Forlì, don Nicotra responsabile delle parrocchie del centro

Don Antonino Nicotra, neo parroco dell’Unità pastorale centro storico, farà l’ingresso ufficiale domenica, alle 16, nella chiesa di San Mercuriale. Classe 1979, don Antonino, per tutti don Nino, è il primo sacerdote nella storia della chiesa forlivese a riunire, sotto un’unica responsabilità pastorale, tutte le comunità del Centro, ossia le sette parrocchie di San Mercuriale, Cattedrale, Santa Lucia, San Biagio, Sant’Antonio Abate in Ravaldino, SS. Trinità e Santa Maria in Schiavonia.

Originario di Fiumefreddo, in provincia di Catania, è approdato a Forlì nel 1997, l’anno d’iscrizione al corso universitario in Scienze internazionali diplomatiche, di cui ha conseguito la laurea nel 2004. Durante gli studi frequenta il Centro diocesano degli Universitari, all’epoca guidato dal prete-teologo don Erio Castellucci, oggi arcivescovo di Modena Nonantola e vescovo di Carpi. Su consiglio dell’allora vescovo di Forlì-Bertinoro monsignor Vincenzo Zarri, comincia un’accurata verifica vocazionale che lo porterà, il 26 novembre 2006, all’ordinazione diaconale, ultima tappa prima della consacrazione sacerdotale avvenuta il 22 settembre 2007 nel Duomo di Forlì.

Nell’ottobre 2014 è stato nominato parroco di Roncadello, Barisano, Malmissole, San Giorgio e Poggio, che ora saranno affidate all’amministrazione di don Andrea Carubia. Don Nicotra, che sabato scorso è stato salutato a Roncadello dai fedeli dell’Unità pastorale che ha servito per 7 anni, domenica a San Mercuriale sarà accolto dal vescovo monsignor Livio Corazza, che gli consegnerà le nuove comunità.

Il neo parroco, che avrà la cura pastorale di 13.500 persone e oltre 6.000 famiglie, rinnoverà le promesse fatte il giorno della sua ordinazione, riceverà il benvenuto da un rappresentante dei parrocchiani, per poi presiedere la santa messa. Don Nino, che manterrà l’incarico di vicario episcopale, direttore dell’Ufficio liturgico e assistente dei giovani di Azione Cattolica, subentra a don Enrico Casadio, trasferito da San Mercuriale a Meldola, a don Sergio Sala, dimissionario per motivi di salute e a don Enrico Casadei, parroco della SS. Trinità e Schiavonia, che dal gennaio scorso è stato nominato vicario generale della diocesi. «Ai miei nuovi parrocchiani – dichiara don Nicotra – vorrei dire che sono contento di condividere con loro questo tratto di strada, e spero che ci sosterremo a vicenda. Ho fiducia che, ravvivando continuamente il dono prezioso della fede, le comunità del Centro storico abbiano tanto da dare alla Diocesi e alla città».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui