FORLI’. Un 22enne italiano arrestato con l’accusa di evasione e detenzione di stupefacenti. L’arresto è stato eseguito verso le ore 13.30 di ieri, quando un agente delle Volanti, libero dal servizio, ha notato il giovane a passeggio con il proprio cane e, sapendo che era gravato dalla misura restrittiva, lo ha segnalato alla centrale operativa, che ha inviato immediatamente sul posto una pattuglia. Gli agenti intervenuti hanno colto il giovane davanti casa, fuori dell’appartamento dove stava scontando i domiciliari, e hanno effettuato alcune verifiche preliminari in quanto egli aveva la possibilità di assentarsi in fasce orarie ben determinate per recarsi ad un corso di formazione. Una volta rientrati nell’appartamento per effettuare le necessarie verifiche sui permessi concessi al giovane, i poliziotti hanno notato due vasi con altrettante piante di marijuana, per cui è scattata una perquisizione nella flagranza di reato, all’esito della quale, oltre alle due piante (alte circa 40 centimetri ma le cui iniziali infiorescenze hanno dato risultato positivo al narcotest della scientifica) sono stati sequestrati altre tre grammi di foglie di marijuana in via di essiccazione. Tenuto conto che in quell’orario il ragazzo non beneficava di permessi e che quindi non poteva essere fuori casa, è scattato l’arresto in flagranza per evasione. Questa mattina il giudice ha convalidato l’arresto e rinviato il processo a metà maggio. Nel frattempo il giovane è stato nuovamente collocato agli arresti domiciliari, questa volta senza la possibilità di fruire dei permessi precedentemente concessi.

Argomenti:

arresti domiciliari

arresto

droga

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *