Forlì, Davide Bellini nuovo presidente Cna

Oltre 250 tra imprenditrici e imprenditori associati hanno scelto di partecipare per definire la nuova presidenza di CNA Forlì città, recandosi a votare presso i tre uffici presenti sul territorio cittadino. Una grande partecipazione, significativa tanto più in un momento come questo, riprova del fatto che gli imprenditori associati a CNA hanno voglia di continuare a “stare insieme” e riconoscersi nell’associazione.

Mercoledì scorso si è insediata la presidenza di area territoriale emersa dalla consultazione elettorale ed ha individuato come nuovo presidente Davide Bellini, titolare di AT.ED. 2, conosciuto per l’Attrezzaturifico di Via Copernico, centro specializzato in attrezzatura da lavoro per professionisti. Davide Bellini è quindi il nuovo presidente di CNA Forlì città, che raccoglie il testimone da Monica Sartini, che ha guidato l’associazione negli ultimi sei anni.

La nuova presidenza di CNA Forlì città,in continuità con la precedente e in parte rinnovata,ben rappresenta il tessuto economico cittadino nelle sue diverse realtà: Elena Balsamini (stampa a ruggine su stoffa), Achena Batani (Achena & Style, hair stylist e lookmaker), Claudio Bellini (Edil Esterni, costruzioni e realizzazione di opere civili ed industriali), Davide Bellini (At.Ed. 2, produzione e commercio di macchine edili e industriali), Michele Donati (Radioforniture Romagnola, commercio materiale elettrico), Luca Gardella (Jump, bar e ristorazione), Cecilia Milantoni (archeologa libero professionista), Alex Pesci (Alpe, lavorazione resine espanse), Lucia Salaroli (Nuova Artex produzione guanciali, cuscini d’arredo e prodotti tessili per la casa), Paola Scalzotto (interprete, traduttrice, docente) e Gabriele Severi (pavimenti e rivestimenti).

Davide Bellini, neoeletto presidente di CNA Forlì città, ha ringraziato della fiducia e della disponibilità data da ogni componente la nuova presidenza, sottolineando: “credo sia importante proseguire nell’attività di vicinanza e ascolto delle imprese della nostra città e dei loro bisogni, avviata negli ultimi anni, vogliamo consolidare ulteriormente il rapporto tra le imprese e la loro associazione. In un momento delicato come questo solo insieme, condividendo i valori etico morali che ci accomunano e rafforzando il rapporto di fiducia reciproca, potremo affrontare al meglio il cambiamento in atto, individuando traiettorie comuni per rilanciare l’economia del nostro territorio”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui