FORLI’. “Nessun decesso e zero contagi”. È questo il ‘bollettino’ Covid di oggi per il territorio del Comune di Forlì. A renderlo noto, con una nota di accorata speranza, è il sindaco Gian Luca Zattini che parla di una “giornata storica. Per la prima volta dall’inizio dell’emergenza la curva del contagio si ferma e fa registrare zero contagi e nessun decesso. È una notizia che ci fa ben sperare per la cosiddetta fase due e che ci rafforza nella consapevolezza che il cammino di prevenzione del Covid, benché ancora lungo, è funzionale ma necessario per arrestare l’epidemia. Resta inteso – aggiunge Zattini – che non ci è permesso abbassare la guardia rispetto all’intensità applicativa e al rispetto delle misure di contenimento del contagio perché è proprio questo il momento più delicato per incorrere in tragiche ricadute. Dobbiamo rispettare e far rispettare il divieto di assembramento e il distanziamento interpersonale di almeno un metro. Ma in questo primo giorno della fase due, non posso che essere orgoglioso dell’atteggiamento responsabile dei forlivesi e del loro granitico senso civico. Non abbiamo ravvisato situazioni di grave pericolo o di violazione della normativa vigente tali da mettere a repentaglio la salute pubblica. Quelle che ci attendono sono settimane in salita il cui buon esito, in termini di azzeramento dei contagi, potrà verificarsi solo attraverso il buon senso, il rispetto reciproco e una collaborazione sinergica tra Istituzioni e cittadini”.

Argomenti:

contagi

coronavirus

Forlì

1 commento

  1. Forlì nessun contagio.

    Oggi lunedi 4 maggio, il primo giorno della fase due nel territorio forlivese nessun contagio, ed è veramente una bella notizia.
    Ma questa mattina andando alla posta e a far spesa a Cesena ho visto abbastanza persone anziane senza protezione, ne mascherina ne guanti.
    Che strana situazione, proprio loro, sottovalutano la situazione!!
    Devo dire che non siamo fuori completamente dall’emergenza e proprio loro sottovalutano il pericolo, rischiando di prendersi una polmonite e Bronco polmonite, i medici italiani compreso i nostri medici di famiglia, l’hanno detto e ripetuto tante volte, ma loro niente, non hanno il senso del pericolo e non si rendono conto che possono andare in contro, a certe patologie.
    E poi il bello è che stanno in gruppo di due o più persone vicine una con l’altra, non rispettano neanche la distanza, che viene consigliata ai cittadini, dalle autorità competenti del nostro Stao italiano,, e cioè un metro, un metro e mezzo, circa.
    Ma vedremo, certo che in Cesena centro storico, vedo pochi controlli da parte delle forze dell’ordine, si vedo qualche pattuglia della Polizia Municipale, ma quando passo in centro storico raramente incontro, vigili o Polizia di Stato.
    Comunque io personalmente la mascherina e i guanti le porto e le ho sempre portati, ancora adesso con la fase due.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *