Forlì, Confedilizia: «Sperimentare l’accesso delle auto in piazza Saffi»

Anche Confedilizia Forlì-Cesena interviene nel dibattito sul centro storico di Forlì, un dibattito che si è recentemente riacceso dopo la notizia dell’addio di Eataly ma che rimane una questione di costante rilevanza per la città, per trovare la strada di un vero rilancio. “La materia è complessa – affermano il presidente provinciale, Carlo Caselli, il vicario, Stefano Senzani, e il segretario generale Vincenzo Bongiorno – e coinvolge una pluralità di aspetti. Attendiamo di valutare il piano organico al quale sta lavorando l’Amministrazione, ma crediamo che nell’immediato tre interventi potrebbero essere messi in campo e dare una ventata di novità e di spinta verso il centro: sperimentare l’accesso delle auto in piazza Saffi con possibilità di parcheggio nella parte lato Camera di Commercio; questo dovrebbe comportare lo spegnimento di Sirio e la deroga alla Ztl di accesso alla piazza in alcuni orari, che potrebbero essere ogni giorno dalle 15 fino all’inizio del coprifuoco, per favorire gli acquisti nei negozi, l’aperitivo e la cena nei locali, come previsto dalle regole attuali, negli spazi all’aperto e in sicurezza”. E sottolineano: “Questi due limitati interventi non andrebbero ad inibire la possibilità delle persone e delle famiglie di ritrovarsi nelle aree verdi del centro e nella comunque ampia zona pedonale che rimarrebbe fruibile”.

Caselli, Senzani e Bongiorno poi aggiungono: “Abbiamo appreso con favore da alcune dichiarazioni dell’assessore Andrea Cintorino dell’intenzione di abbellire piazza Saffi. La condividiamo e in tal senso rilanciamo l’invito già manifestato pubblicamente nel settembre 2019 di rimuovere il pensilone dei bus davanti a San Mercuriale. Sarebbe un vero scatto di ritrovata bellezza per Forlì”.

I rappresentanti di Confedilizia Forlì-Cesena tornano poi sull’aspetto della sosta: “La dotazione di parcheggi al servizio del centro va implementata decisamente, prevedendo la realizzazione di parcheggi sotterranei. Questo servirebbe anche per rendere il cuore della città attrezzato ad accogliere grandi eventi e pronto a ripopolarsi in termini di residenti. Inoltre, prefigurandosi nei prossimi decenni un forte incremento nel parco auto generale di mezzi ibridi o totalmente elettrici, anche la pregiudiziale emissioni inquinanti decade”.

Caselli, Senzani e Bongiorno poi sottolineano: “Sul versante sosta abbiamo molto apprezzato le novità introdotte dalla Giunta Zattini, mai viste prima a Forlì, come ad esempio la gratuità in centro per tutti i pomeriggi durante il periodo natalizio”. E infine sulla notizia d’attualità della chiusura di Eataly, sottolineano: “La nostra vicinanza va ai dipendenti rimasti senza lavoro. Ne abbiamo sperimentato, in questi anni, la professionalità e cordialità essendo la nostra sede a pochi metri da piazza Saffi. Ci auguriamo che si possa trovare una soluzione per il loro futuro occupazionale”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui