Forlì, con Ryanair a Palermo e Katowice a 19,99 euro

La compagnia irlandese Ryanair torna a volare dal “Ridolfi” di Forlì. Lo farà nei mesi di settembre e ottobre con due nuove rotte: Palermo e la cittadina polacca di Katowice, entrambe coperte da quattro frequenze settimanali. Lo scalo di via Seganti è il 30° aeroporto servito dalla compagnia irlandese che ha all’attivo 730 rotte, di cui 80 solo per l’estate 2022, per oltre 2.500 voli giornalieri con l’obiettivo di arrivare entro il 2027 a 225 milioni di passeggeri .

«Tutta la nostra attività è partita da aeroporti piccoli come quello forlivese, è un piacere tornarci (l’ultimo volo Ryanair da Forlì risale al 25 ottobre 2008, ndr) e supportare la connettività di Bologna, di Forlì e dell’Emilia Romagna – afferma il direttore sviluppo rotte, Ray Kelliher –. Da settembre partiamo con Palermo e Katowice iniziando a muovere i primi passi, 12 mesi prima di quanto previsto».

Le destinazioni scelte e in partenza dallo scalo forlivese sono già contemplate anche nei vicini aeroporti di Rimini e Bologna. «Si tratta di scali diversi – prosegue il direttore sviluppo rotte –. Il beneficio è che con Ryanair si possono sviluppare prodotti differenti per differenti target, è quanto accaduto anche per altri aeroporti. Non vediamo l’ora di incrementare la nostra presenza in Emilia Romagna con la consegna nelle prossime stagioni di 210 nuovi Boeing 737, che darà priorità a questa crescita e connettività tra gli aeroporti in cui abbiamo concordato partnership competitive a lungo termine». La collaborazione con Fa, la società che gestisce il Ridolfi, ha infatti una durata di 5 anni.

«In realtà il contratto sarebbe dovuto decorrere dall’estate 2023, si è deciso di anticipare perché i vettori per sostenere la loro crescita cercano sempre più aeroporti, consapevoli che certe strutture sono arrivate al tetto della loro capienza – spiega Andrea Gilardi, direttore marketing Fa – Un contratto di 5 anni non è un mordi e fuggi, ma un progetto che si potrà ampliare se il territorio lo premia nella vendita di biglietti».

«Noi cercheremo di supportare la compagnia per far sì che l’aeroporto diventi un volano per il territorio – fa eco Alessandro Sozzi, direttore Fa –. Le due mete scelte hanno un certo appeal, la Sicilia da sempre ha riscosso grande successo mentre la Polonia è attualmente uno dei mercati più importanti e ben visti in Romagna. Speriamo di lanciare presto altre due nuove rotte». Insomma, la compagnia irlandese per i prossimi 5 anni farà base al Ridolfi anche se ancora non si conoscono le mosse future. I forlivesi, infatti, ricorderanno le partenze da via Seganti per Londra. «Siamo partiti con 12 mesi di anticipo, ora partiamo con queste destinazioni – dice Kelliher –. Siamo abituati a collegare i grandi hub europei a quelli regionali, le opportunità per il futuro sono infinite». Dopo 5.017 giorni Ryanair torna a Forlì e tra settembre e ottobre si attendono 20.563 passeggeri. Da oggi fino a sabato è possibile prenotare il viaggio a tariffe vantaggiose che partono da 19,99 euro. «A giugno si sono toccati i 16 milioni di passeggeri in un mese, con un tasso di riempimento degli aerei del 95% – precisa Mauro Bolla, country manager per l’Italia di Ryanair –. La nostra forza sono le tariffe che di media si aggirano attorno ai 43 euro».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui