Forlì: Cignoli, INsana e Palazzi a “Ibrida festival”

Ha inizio con una prima nazionale il festival delle arti intermediali “Ibrida”, che Vertov Project tiene a Forlì da oggi negli spazi di Ex Atr (via Ugo Bassi, 16).

Si comincia già nel pomeriggio, alle 17: Bruno Di Marino dialoga con l’artista Francesca Fini sulla videoarte e l’arte al femminile, a partire dal saggio “Cyborg fatale. Performance e video tra reale e virtuale” di Di Marino. Ma l’evento della giornata è la prima nazionale del concerto audiovisivo “Your favourite hell” (ore 21.30), una commissione di Ibrida festival 2022 a Silvia Cignoli (chitarra ed elettronica), Salvatore Insana (video) e Caterina Palazzi (contrabbasso).

«La performance – spiegano gli artisti – raccoglie una serie di riprese in campi lunghi e lunghissimi in contesto marino, tra spiagge che sono un luogo franco di corpi, in mostra nel loro incerto incedere. La qualità pittorica dell’immagine si mescola con uno sguardo documentario sul reale, e la musica accompagna le immagini alternando momenti di improvvisazione a melodie minimaliste, con sterzate rock».

Dalle 19.30 sono anche visibili l’installazione di Rino Stefano Tagliafierro “Peep show box”, viaggio nel mondo dell’erotismo in arte; Francesca Fini, con l’opera multimediale in realtà aumentata “The reading, till the end of the world”; Francesca Lolli con “Tutte le volte che”; e Igor Imhoff, che torna a Ibrida con “Eyes #41”.

È aperto inoltre “In loco”, il museo diffuso dell’abbandono a cura di Spazi Indecisi. Sempre dalle 19.30 sono visibili la selezione di video performance a cura dei direttori artistici di Ibrida, Francesca Leoni e Davide Mastrangelo, e la selezione curata da The next generation short film festival. Mentre, alle 21, Silvia Grandi dell’Università di Bologna presenta il progetto “Videoart yearbook”. Conclusione con il visual djset di Sonic Belligeranza, etichetta indipendente di musica elettronica specializzata in breakcore e rumorismo concettuale: la serata è a cura del dj AcidZab e del vj Federico Bigi.

Ingresso: 10 euro.

Info: www.ibridafestival.it

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui