Forlì-Cesena, un vecchio Tir come una bomba incendiaria con 4 tonnellate di soda caustica: multa 2.500 euro

La Polizia di Stato di Forlì ha ritirato la patente ad un 54enne, sorpreso a trasportare sostanze pericolose senza le necessarie cautele e, per di più, a bordo di un Tir sgangherato.

E’ successo mercoledì mattina quando una pattuglia della Sezione di Forlì ha accompagnato il mezzo alla sede cesenate della Motorizzazione Civile per un controllo approfondito.

Il conducente, che era partito da Piacenza per raggiungere la provincia di Reggio Calabria dopo un ulteriore carico di merce a Cesena, oltre a una piccola ruspa stava trasportando abusivamente quasi quattro tonnellate di soda caustica, etanolo e altre sostanze infiammabili e corrosive: lui non aveva mai conseguito il patentino che serve per movimentare questa merce particolare e il mezzo non aveva le più basilari dotazioni di sicurezza, a cominciare dagli estintori.

Come rilevato anche dagli ingegneri della Motorizzazione, inoltre, il TIR era veramente ridotto male e rischiava di costituire un serio pericolo per la sicurezza stradale: sono stati rilevati, ad esempio, fari bruciati, freni non funzionanti, freno a mano lento e telaio del semirimorchio lesionato in più punti. Tutti i danni riscontrati hanno costretto i poliziotti a sospendere il mezzo dalla circolazione fino all’esito positivo di un’accurata revisione straordinaria. Per l’uomo i problemi non sono finiti qui: per lui infatti sono scattati anche il ritiro della patente di guida, quasi 2.500 euro di multe ed il taglio di 12 punti dalla patente.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui