Forlì-Cesena, persi 5mila posti per le donne

In un contesto occupazionale segnato dalla pandemia dove 5mila donne in provincia di Forlì-Cesena escono dal mercato del lavoro, l’ente di piazza Morgagni spinge per eliminare il divario di genere e conciliare i tempi di vita lavoro presentando nuova domanda al bando regionale in scadenza il 9 luglio sull’onda dell’esperienza maturata con il progetto “Restituiamo tempo alle famiglie”. Fino a prima dell’emergenza sanitaria, la provincia è stata caratterizzata da una espansione dell’occupazione con una crescita media del +3,5%, mentre tra il 2019 e il 2020 si è assistito ad una significativa battuta d’arresto (-1,6%). «In questo periodo c’è stata un’evoluzione drammatica del mercato del lavoro – sottolinea Lorenzo Ciapetti di Serinar e Atersir che si è occupato di elaborare l’indagine con l’Università di Bologna –. Si è assistito ad una forte riduzione del lavoro (-6%), ovvero circa 5mila posizioni perse con una media, a Forlì-Cesena, che è il doppio di quella regionale (-3,2%)».


Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui