Forlì, centro storico: le richieste dei residenti

Il nuovo comitato di quartiere del centro storico si presenta cercando proposte nuove dai residenti per arginare le difficoltà con cui fanno i conti da anni, ma i problemi restano gli stessi: degrado e mancanza di parcheggi per chi vive nel cuore della città. «Per 12 anni sono stata rappresentante del quartiere Cotogni- afferma Roberta Zoli – e ognuno nel nostro nido abbiamo tutti le stesse difficoltà che restano nel tempo. Partiamo dai problemi comuni partendo da quello che possono essere risolti subito». Proprio i parcheggi, infatti, sono oggetto di difficoltà per tanti, specie per la zona di via Anita Garibaldi, alla quale però si aggiunge anche quello del degrado. «La riduzione della zona ztl, che prima era in via Theodoli, è stata scellerata – commenta una residente della via in questione –. Non solo, più volte è stato segnalata la presenza di ragazzi giovani, italiani e non immigrati, ubriachi che hanno provocato danni alle nostre auto».
«Detesto l’illegalità, nessuno è mai venuto a controllare». Servono soluzioni? «In questa sede chiedo di farvi da portavoce e chiedere più controlli, la Polizia Locale deve farsi vedere – dice un altro residente di via Leone Cobelli – È stato da poco messo a punto il giardino del San Domenico, ma come intende l’amministrazione preservare questa riqualificazione nel tempo, specie dopo il passaggio di orde di giovani che frequentano i mercoledì del cuore?».
Il dibattito da più di vent’anni ormai è fermo sul passaggio di autobus e veicoli in piazza Saffi, la goccia che ha fatto traboccare il vaso lo scalo dei bus turistici nel cuore della città. «Stupisce molto, qualsiasi accesso o uscita si scelga si andrebbe a gravare su strade in cui insiste già traffico e versano in una condizione di criticità – fa presente Maura Ventimiglia presidente Fiab e residente in corso Diaz – Non capisco perché siamo attaccati ancora a queste vecchie logiche, soprattutto in una piazza Saffi dove il colpo d’occhio non è il massimo a causa di questi arredi messi a caso. Eventi? Si ma non a spot, chiedete alle associazioni per gli appuntamenti estivi, idee ne hanno e una mano la darebbero. Dovremmo prendere ad esempio via Regnoli, negli anni è stata riqualificata grazie a commercianti e residenti. Sarebbe un modello da replicare».
C’è chi osa: «Fosse per me sarebbe stupendo avere in centro una vera area pedonale, da qual si lato si voglia raggiungere piazza Saffi la passeggiata è gradevole». Insomma, di idee ce ne sono ed ora spetta l’amministrazione trovare una soluzione ai tanti problemi. Il comitato di quartiere cercherà di portare avanti le istanze dei residenti, a partire dal problema dei parcheggi. All’assemblea pubblica erano presenti gli assessori Andrea Cintorino, Giuseppe Petetta e Paola Casara.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui