Forlì, il Carnevale torna in piazza Saffi: festa il 7 marzo

FORLI’. “Abbiamo appena archiviato il periodo natalizio, che ci ha dato tante soddisfazioni, e siamo già alle prese con il Carnevale. Un periodo di festa della tradizione più antica, caratterizzato da eventi allegri e gioiosi, amato da tutti e soprattutto dai bambini che da sempre adorano mascherarsi. Anche per questa occasione abbiamo puntato su piazza Saffi, il cuore di Forlì, dove sabato 7 marzo chiuderemo in bellezza il programma di iniziative con la sfilata dei carri e tanti altri spettacoli. Ma i festeggiamenti del nostro ‘Carnevale’ prendono avvio un mese prima: domenica 9 febbraio si svolge il 53° Carnevale dell’aeroporto, nel Quartiere Ronco; sabato 22 febbraio è organizzata una grande festa nella zona ovest/Romiti, mentre, il giorno dopo, domenica 23, sono previsti ben due eventi: il Carnevale Park nella zona sud/Vecchiazzano e il Carnevale a Villagrappa. Per la realizzazione di questo ambizioso programma non posso che ringraziare, in primo luogo, i vari Comitati di Quartiere, le Associazioni di Genitori, le Parrocchie, le Scuole e tutti gli altri soggetti senza il cui insostituibile apporto e il prezioso sostegno non avremmo potuto mettere a punto tanti appuntamenti. Credo che la strada giusta sia questa per non lasciare indietro nessun quartiere della nostra città. L’avevamo promesso in campagna elettorale e ho preso personalmente questo impegno non appena ricevute, fra le altre, due deleghe fondamentali quanto difficili, quella alla valorizzazione del Centro storico e quella ai Quartieri. Deleghe difficili, perché non è un mistero per nessuno in quale stato di abbandono e degrado abbiamo trovato il centro storico. Un’impresa titanica affrontata con grande determinazione con il supporto dell’intera squadra di Giunta. E’ una strada ancora lunga ma che, in pochi mesi, sta già dando risultati che ci confortano, anche perché raggiunti con l’ascolto e il supporto di tutti i portatori d’interesse. Analogo l’atteggiamento nei confronti dei Quartieri, che consideriamo piccoli centri cittadini la cui vitalità è importantissima contro il degrado e l’abbandono. Di qui, l’obiettivo di dislocare eventi e festeggiamenti in varie località. Si tratta ancora di una sperimentazione che spero abbia successo e sia apprezzata perché ha significato un grande sforzo collettivo sul piano organizzativo. Il percorso di rivitalizzare tutta la città è comunque intrapreso e per questa ‘missione’ non farò certo mancare il mio totale impegno”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui