Forlì, cani da terapia in appoggio ai pazienti fragili in Oculistica

Tutto è  partito dal progetto IAA (Interventi Assistiti con Animali) della Fondazione Opera don Pippo Onlus di Forlì e dall’immediata disponibilità dimostrata dalla Uo di Oculistica di Forlì, diretta dal dottor Giacomo Costa. Nei giorni scorsi, infatti, alcuni cani “da terapia” sono arrivati in supporto alle persone fragili durante la visita oculistica presso il reparto forlivese, con grande entusiasmo e soddisfazione da parte dei  pazienti e degli operatori. 

L’utilizzo degli animali a fini terapeutici ha radici molto antiche. Negli ultimi decenni, inoltre, è stato dimostrato un effetto diretto del legame con un animale da compagnia su parametri psicofisiologici collegati alla salute umana. La vicinanza con un animale da compagnia (pet) è stata associata con un minor rischio di sviluppare malattie cardiovascolari, con una minore concentrazione di ormoni indicatori di stress, nonché con il rilascio di neurotrasmettitori capaci di facilitare i rapporti sociali (ossitocina). In questo senso la relazione con un animale, aiutando ad affrontare condizioni di stress o di conflittualità, rappresenta un potenziale supporto per individui con problemi di comportamento sociale e di comunicazione, come bambini, anziani, disabili, pazienti psichiatrici.

In questo contesto si inserisce l’importanza dell’intervento assistito di animali durante le visite sanitarie a persone con fragilità.

“Grazie al dottor Costa, primario di reparto, al dottor Corazza  e alle dottoresse Paci e Galante, all’ortottista Annalisa, a Valeria e a tutto il personale infermieristico e socio-sanitario per l’accoglienza e la disponibilità!”, scrivono i volontari dell’Opera don Pippo.

“Il progetto IAA della Fondazione – aggiungono –  prevede Interventi Assistiti con Animali d’Affezione (Pet-therapy), che hanno l’obiettivo di migliorare le competenze relazionali e adattive ed aumentare l’autostima e il benessere personale. Possono essere creati diversi percorsi rivolti a persone con patologie fisiche, psichiche, sensoriali, o plurime, di qualunque origine. Gli interventi possono essere individuali e/o di gruppo e sono condotti da psicologhe o psicoterapeute con specifica formazione.”

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui