Forlì, plastica addio, è tempo di biodegradabili: Sabiomaterials all’avanguardia

Nuovi materiali sostenibili ricavati da fonti rinnovabili da introdurre sul mercato sia manifatturiero sia nell’agricoltura. Una sfida per l’ambiente e per il futuro che sta dando risultati sempre più convincenti. E’ la missione della Sabiomaterials, azienda forlivese con sede in via Segrè, nata nel 2016, che vede impegnati quattro giovani imprenditori – Alessandro Carfagnini, Domenico Longo, Rocco Filippi e Michele Rossi – che in breve tempo è riuscita ad far cadere una sorta di tabù: poter realizzare oggetti e prodotti di qualità anche senza l’utilizzo della plastica, ma con materiali biodegradabili, partendo da zuccheri e oli vegetali, ma anche dagli scarti organici, il classico umido della nostra raccolta differenziata porta a porta. «Prendiamo diversi materiali, ingredienti e li componiamo in modo che funzionino anche nella vita reale – prova a semplificare Alessandro Carfagnini –. Rendiamo facile la transizione verso la sostenibilità. I vantaggi che forniamo rispetto all’uso delle plastiche tradizionali sono che con i nostri prodotti siamo compatibili con processi di smaltimento legati alla biodegradazione. Noi vendiamo granulati che le aziende trasformano in quello che producono».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui