Forlì. Bastone estensibile ai vigili “per difesa personale”

I vigili, dopo il nulla osta in consiglio comunale alla modifica del regolamento approvato nel gennaio scorso a seguito dell’uscita di Forlì dall’Unione dei Comuni della Romagna Forlivese, potranno dotarsi anche del bastone estensibile. «In sostanza, come richiamato in una nota della Prefettura – spiega l’assessore alla sicurezza, Daniele Mezzacapo –, il Comune deve precisare quali armi da sparo intende dare in dotazione alla Polizia Locale attingendo all’elenco delle armi pubblicate sul sito del Banco nazionale di prova di Gardone Val Trompia e allo stesso tempo anche il possesso di dispositivi come scudo, casco, guanti antitaglio, giubbotto antiproiettile e anche il bastone estensibile da utilizzare solo in servizio e per esigenze di difesa personale». E’ proprio sulla difesa personale che insiste il consigliere di Forza Italia, Lauro Biondi: «Mi preoccupa e potrebbe essere ambiguo, forse meglio inserire per esigenze di servizio». Un’occasione per presentare anche il nuovo regolamento per la videosorveglianza, di cui il Comune si deve dotare a seguito dell’uscita dall’Unione. I 14 articoli saranno portati e discussi in assise. Un’occasione, quella della commissione, colta al volo dal consigliere Giorgio Calderoni di Forlì e Co per sottolineare ancora una volta che «la Polizia Locale è sprovvista di un proprio comandante, salvo avere una composizione bicefala». Infatti l’incarico è affidato al dirigente ad interim Michele Pini (scadenza dicembre 2022), mentre il braccio operativo è il vice Andrea Gualtieri. L’assunzione del comandante è inserita nel piano occupazionale 2023.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui