Forlì, bar e ristoranti frenati dal meteo

Il primo week end in zona gialla profuma di pioggia e di occasioni perse. Quelle dei pienoni nei ristoranti e nei locali forlivesi, così come gli agriturismi, che a causa del meteo poco clemente nella maggior parte dei casi hanno visto sfumare la possibilità di registrare il tutto esaurito. Nonostante il grigiore del cielo e il coprifuoco serale, tuttavia, c’è comunque chi si dice soddisfatto. Gianluca Pini, gestore di diversi ristoranti di Forlì, tra cui l’osteria Don Abbondio a pochi passi dai Musei San Domenico, Ruggine e Ginetto, localizzati in quartieri più industriali, afferma di avere «un numero interessante di prenotazioni per sabato e domenica, quasi da pieno». Dopo una ripartenza «lenta», spiega il ristoratore, «negli ultimi giorni, soprattutto oggi, (ieri, ndr) al ristorante si è seduta tanta gente, anche di sera. Il coprifuoco non ha fatto altro che anticipare di un’ora le prenotazioni, e se non è troppo freddo e non piove le persone sono disposte a uscire». A raccontare la voglia di recuperare la socialità perduta nei mesi di “lockdown light” è anche la titolare del bar pub Miss Blondy, in via Marconi, che spiega come a fronte dei posti a sedere sacrificati in nome del distanziamento, abbia segnato il tutto esaurito per oggi e domani. «Anche per fare l’aperitivo bisogna prenotare – dice la donna – perché i posti sono ridotti. Sono felice della risposta che ho visto nei cittadini, ma ovviamente non si tratta di un ritmo di lavoro paragonabile a quello che di un periodo normale, senza restrizioni».


Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui