Forlì, assolti in appello i genitori di Rosita

Assolti i genitori di Rosita Raffoni, la sedicenne forlivese che il 17 giugno del 2014 si era uccisa buttandosi dal tetto della scuola. La decisione in Corte di assise di appello a Bologna. I genitori erano stati condannati in primo grado a tre anni e quattro mesi per maltrattamenti. Prima di uccidersi, la ragazza aveva lasciato in video e in lettera pesantissime accuse, dicendo di sentirsi odiata.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui