Forlì. Arrestato l’uomo che ha accoltellato la moglie

Duplice tentato omicidio e stalking. Con queste accusa è stato arrestato ieri il quarantenne straniero accusato di aver colpito con il coltello la moglie e il cognato durante una lite davanti ai figli. Il fascicolo aperto dal sostituto procuratore Fabio Magnolo modifica il quadro che era emerso subito dopo il fatto, quando questi reati non erano contestati. Ieri la svolta. Ora è in carcere.

Ieri mattina il magistrato forlivese ha conferito l’incarico al medico legale Donatella Fedeli perché verifichi dalle cartelle cliniche della donna e del fratello, tuttora ricoverati, se le lesioni sono compatibili con i racconti forniti dai protagonisti, e se i colpi inferti potessero provocare la morte di chi le riceveva. Il sostituto procuratore Magnolo ha chiamato in causa i legali del marito, l’avvocato Wilmer Naldi, e quello della donna ferita, l’avvocato Filippo Poggi, per l’assegnazione dell’incarico e per la nomina di specialisti di parte. Il pubblico ministero Fabio Magnolo ha così riqualificato l’ipotesi di accusa in stalking e tentato omicidio, poi ha nominato un medico di fiducia per accertamenti tecnici irripetibili, perchè vada a visitare moglie e fratello in ospedale, legga le cartelle cliniche, confronti le ferite e gli esiti dell’aggressione, con la descrizione dei fatti rilasciata dai feriti e dall’indagato, per veder quale sia più compatibile. La dottoressa si è presa 7 giorni di tempo per riferire al pubblico ministero.

(L’articolo completo sul Corriere Romagna oggi in edicola)


Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui