Forlì. Aperto il parcheggio di via Romanello, 80 posti auto

Sono 79, di cui due riservati ai disabili, i nuovi posti auto a servizio del centro storico. Proprio ieri, infatti, è stato inaugurato il primo parcheggio “verde” in via Romanello. «L’opera – spiegano gli ingegneri Claudio Maltoni e Dario Camporesi – è stata realizzata non con il classico asfalto, ma bensì con calcestruzzo drenante. In altri termini si tratta di un parcheggio di ultima generazione con una permeabilità pari al 91,5%. Lo stesso materiale in futuro verrà impiegato anche per gli altri parcheggi cittadini in fase di realizzazione, ovvero quello di via Casamorata e quello del Campus». Sono, invece, 520 i metri quadri destinati al verde, alcuni di questi occupati da aiuole con l’innesto di nuovi esemplari arbustivi e alberature, che andranno ad incrementare l’ombreggiamento, aumentare la biodiversità e rendere l’inserimento dell’opera armonica con il contesto. Un intervento che complessivamente è costato al Comune circa 400mila euro e che, da ieri, restituisce quasi 80 nuovi stalli. «Fino a qualche tempo fa questa era un’area di 2.540 mq dismessa e lasciata al degrado (spesso, infatti, era una zona soggetta ad abbandono dei rifiuti, ndr) – afferma l’assessore ai lavori pubblici, Vittorio Cicognani -. Secondo l’amministrazione, questa è l’area giusta in cui intervenire e realizzare un nuovo parcheggio che deve essere al servizio del centro storico ma anche agli utenti della Fabbrica delle Candele, struttura che in estate, ma anche durante l’anno, ospita diversi appuntamenti destinati ai cittadini più giovani e che può essere facilmente raggiunta grazie ad un apposito ingresso direttamente dal parcheggio». I lavori, realizzati dalla ditta “Antonelli”, sono praticamente terminati. All’appello mancano solamente l’installazione di colonnine per la ricarica elettrica delle auto (il Comune è in gara in questo momento), del pannello a messaggio variabile per le informazioni sul parcheggio e dell’impianto di videosorveglianza, le cui predisposizioni edili sono già state realizzate. «Si tratta di un parcheggio bello, verde e funzionale – dice il sindaco Gian Luca Zattini -. Il tutto, tra l’altro, si inserisce in un progetto di riqualificazione di tutta questa porzione di centro storico che è iniziato con l’abbattimento di un mostro di cemento (il parcheggio di piazza Guido da Montefeltro, ndr)». Particolare attenzione è stata posta al muro storico di cinta che, sotto il parere della Soprintendenza è stato restaurato. Durante i lavori, inoltre, nel 2021 sono state montate delle trincee per consentire gli scavi e portare alla luce un’antica fornace rinascimentale, presentata alla cittadinanza tramite un evento divulgativo nell’estate dello stesso anno. Ora l’antica fornace, per cui sono in corso anche altri studi in quanto potrebbe essere collegata ad altri ritrovamenti avvenuti nei pressi del vicino istituto Ruffilli, è stata ricoperta con materiale inerte per preservarla e consentire la realizzazione del parcheggio.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui