Forlì allarme baby gang al parco “Incontro”

«Conosciamo bene la situazione e siamo consci del fatto che va monitorata costantemente, non siamo estranei al problema». A dirlo è l’assessore con delega alla sicurezza Daniele Mezzacapo in riferimento agli spiacevoli episodi, anche di vandalismo, che da un po’ di tempo a questa parte si stanno verificando in zona Ca Ossi e più precisamente in via Ribolle all’interno del parco “Incontro”. «Ci sono pervenute diverse segnalazioni e da più fronti – sottolinea Mezzacapo –. In particolare da genitori, dal comitato di quartiere e dagli anziani che frequentano il parco, dal pattinodromo e dal bocciodromo che hanno subito danni da diverse migliaia di euro». L’area verde in questione, tra l’altro, è già stata oggetto di numerosi interventi da parte della Polizia Locale e della Polizia di Stato. «Purtroppo, si tratta di un gruppetto composto da una quarantina di giovanissimi, maschi e femmine, tutti minorenni e con un’età che spazia tra i 12 e i 17 anni. Di loro, sono quattro o cinque gli elementi, già noti alle forze dell’ordine, che trascinano il branco – aggiunge l’assessore e vicesindaco –. Sappiamo anche che il gruppo tende a migrare e si sposta anche nel parco di via Anna Frank e, da ultimo, è stato beccato anche all’interno della piscina comunale. Inoltre ci è stato segnalato dagli assistenti sociali che alcuni di loro hanno con sé coltellini, una moda che stanno emulando probabilmente dai ragazzi inglesi». Per questo motivo l’Amministrazione si è impegnata a correre ai ripari. «Da un lato reprimiamo questi comportamenti con il supporto delle forze dell’ordine e con l’installazione di due nuove telecamere in via Ribolle – conclude il vicesindaco – dall’altro ci impegniamo a mettere in atto un’opera di recupero coinvolgendo anche gli assistenti di strada».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui