Forlì, allarme auto: “Consegne a un anno e prezzi stellari”

La plurinarrata vicenda della scarsità delle materie prime continua a mietere vittime sul mercato. L’indisponibilità di microchip e componenti elettronici di fattura cinese frena la “nascita” di nuovi veicoli, che quindi tardano ad atterrare nel parco auto delle concessionarie. «Le macchine nuove, soprattutto quelle molto accessoriate, oggi richiedono molti mesi per la consegna. Si parla di sei, otto mesi, fino a un anno e due mesi». A dar voce alla “malattia” che oggi ammorba il mercato automobilistico è Patrick Pondini di Star Auto, che nella disamina delle circostanze spiega come a pagarne le conseguenze sia anche il settore dell’usato. «Non essendoci la disponibilità di auto nuove, nessuno vende le macchine usate perché non c’è la possibilità di sostituirle». Ecco quindi spiegato perché «l’usato ha prezzi stellari, almeno pari al nuovo, così come le auto in pronta consegna o a chilometro zero».

«Il mercato è fermo» dicono a proposito, secchi, da Super car. «In questo momento va malissimo, – spiegano – di macchine in pronta consegna ce ne sono pochissime, e ordinandola si deve attendere dai sei mesi un anno e due mesi». Anche qui, stessa sorte pure per l’usato. «A meno che non abbia la macchina distrutta, chi la deve cambiare, adesso aspetta. Quindi anche l’usato è immobile».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui