Forlì, Alessandro Ronchi nel direttivo di Europa Verde

Europa Verde si è costituita ufficialmente, con una assemblea tenutasi a Chianciano nel weekend che ha nominato due nuovi co-portavoce, Eleonora Evi, parlamentare verde europea, ed Angelo Bonelli. Come in tutti i partiti verdi in tutta Europa, anche EV in Italia prevede la parità di genere in tutte le cariche direttive, come elemento fondante e di valore.

In questa assemblea è stato eletto nel direttivo nazionale anche Alessandro Ronchi, già consigliere comunale a Forlì ed attualmente portavoce in provincia. Nel suo intervento ha citato l’importanza di questo battesimo nell’ambito del rilancio anche in Italia di un grande partito verde, per portare avanti politiche che siano davvero sostenibili in tutti i settori, dal lavoro all’economia, dalla salute alla scuola, per rendere davvero possibile il raggiungimento degli obiettivi necessari a risolvere l’emergenza climatica.

“Cingolani dice che la transizione ecologica può essere un bagno di sangue. Come può il Ministro inondare di terrorismo il suo compito principale? Dovrebbe dimettersi immediatamente perché non crede nell’obiettivo del suo ministero.” – ha dichiarato.

Nelle sue conclusioni anche una missione: quella di spostare la tassazione dal lavoro all’impatto ambientale: oggi ben il 42% delle entrate erariali deriva dal solo IRPEF.

“Una misura strutturale, come ad esempio una carbon tax, permetterebbe di stimolare nel lungo termine l’economia positiva, anche per contrastare gli effetti più negativi della crisi economica e dell’automazione.”

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui