Forlì, al via i Progetti utili alla collettività

Otto ore a settimana a partire già da lunedì prossimo fino al 31 gennaio 2021. È questo l’impegno lavorativo dei primi due percettori del reddito di cittadinanza inseriti in altrettanti Progetti Utili alla Collettività (c.d. PUC), proposti dal Centro per le Famiglie e dal Centro Donna del Comune di Forlì. In totale nell’ambito forlivese è prevista l’attivazione di 134 PUC personalizzati. Ad accoglierli c’era l’assessora al welfare Rosaria Tassinari che ha portato il saluto di tutta l’Amministrazione forlivese, d’intesa con i funzionari dei servizi sociali. “Il reddito di cittadinanza prevede, per i beneficiari, la sottoscrizione di un patto per il lavoro o di un patto per l’inclusione sociale. All’interno di tali Patti è prevista, per i tenuti agli obblighi, la partecipazione a Progetti Utili alla Collettività quali “progetti” a titolarità del Comune, in ambito culturale, sociale, artistico, ambientale, formativo e di tutela dei beni comuni. – spiega Tassinari – Le persone impegnate in questi progetti potranno contribuire con il loro percorso lavorativo al miglioramento di situazioni di bisogno, venendo al tempo stesso a conoscenza del sistema di servizi messi a disposizione dei cittadini dal Comune di Forlì.”

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui