Forlì, al via i lavori di restauro all’ex Olivetti

Dopo un decennio di abbandono, la Provincia di Forlì-Cesena avvia il cantiere per la riqualificazione dell’ex istituto Oliveti in via Buonarroti. Proprio oggi, infatti, avverrà il passaggio della consegna di inizio lavori al raggruppamento di imprese che si sono aggiudicate l’appalto. «Quella odierna è una data importante – spiega la consigliera provinciale con delega all’edilizia scolastica, Valentina Ancarani –. Da oggi scattano ufficialmente i due anni necessari a portare a compimento l’intervento di riqualificazione dell’ex istituto Olivetti e al termine dei quali la comunità scolastica forlivese potrà contare su un ulteriore plesso su cui spalmare gli studenti delle superiori».

I fondi

Ad occuparsi dei lavori di recupero e adeguamento sismico dell’edificio ad uso scolastico saranno le imprese Orioli Enea srl di Forlì, Fratelli Franchini srl di Rimini e Technologica srl di Predappio. L’importo complessivo dell’intervento ammonta a oltre 4 milioni di euro. «Un cantiere che è stato possibile far partire grazie ai finanziamenti che sono arrivati dal Governo – sottolinea la consigliera dell’ente di piazzetta Morgagni –. Nello specifico, la Provincia accenderà un mutuo di 2 milioni 600mila euro, tutto il resto verrà coperto con il contributo erogato dal Ministero dell’Istruzione». L’edificio in questione, che affaccia sulla parte posteriore dell’Itis Marconi di Forlì, è in disuso da dieci anni e prima di essere oggetto di un intervento di recupero e di adeguamento sismico si è dovuti procedere con una bonifica dell’eternit utilizzato nello stabile. «Ricordo che proprio per questo motivo la scuola era stata chiusa in passato – aggiunge Ancarani –. Infatti, nel frattempo la ditta Protex è già intervenuta per rimuovere l’amianto».

Il futuro

Ad ogni modo, la popolazione scolastica forlivese tra due anni, si stima alla fine del 2023, potrà contare su spazi aggiuntivi. Proprio il sovraffollamento negli ultimi anni, specialmente in alcuni istituti superiori, ha creato disagi e ha portato la Provincia ad adottare soluzioni alternative per correre ai ripari. Ne è un esempio la succursale del liceo scientifico di Forlì collocata in via Marconi. Al termine dei lavori, quindi, all’interno dell’ex Oliveti ci saranno ben 19 nuove aule, 3 laboratori, un’aula multimediale e degli uffici. «Non sappiamo ancora chi occuperà gli spazi recuperati, valuteremo quando taglieremo il traguardo – conclude Ancarani –. Nonostante questo, le scuole che usufruiranno delle nuove aule, potranno contare su classi spaziose e pensate anche per far fronte al distanziamento imposto dal Covid. Il recupero dell’edificio sarà un fondamentale supporto per risolvere la questione del sovraffollamento che ci portiamo dietro da diverso tempo. Abbiamo bisogno di questi spazi e, per questo, che le tempistiche vengano rispettate».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui