Forlì, aiuti raccolti per la popolazione del Kenya

Il Coordinamento diocesano per Wajir, costituitosi dopo il viaggio missionario guidato da mons. Livio Corazza, nel novembre del 2019, ha inviato i fondi per la sua prima azione di fratellanza nei confronti della popolazione della regione del nord-est del Kenya, colpita ultimamente anche da una lunga siccità durata oltre 17 mesi. Il Coordinamento è composto da Ass. Paolo Babini, Centro missionario Diocesano Forlì-Bertinoro, Comitato per la lotta contro la fame nel mondo, Coop. Sociale Paolo Babini, Fondazione Eremo Madonna del Faggio, VolontariA onlus. I rappresentanti di queste realtà avevano visitato Wajir nel 2019 per inaugurare tre aule di una scuola e intitolarle a don Mino Flamigni e anche per visitare i luoghi dove Annalena Tonelli e Maria Teresa Battistini hanno incominciato una straordinaria avventura d’amore in Africa. In quella occasione era maturata la volontà di sostenere alcune iniziative locali, come la scuola per sordi e quella per ciechi, il centro di riabilitazione dove sorge l’eremo costruito da Annalena, le opere parrocchiali, in particolare l’asilo e il centro per anziani, le scuole delle suore di Sant’ Anna. Ora con la collaborazione anche della parrocchia di Regina Pacis, del Comune di Forlì, della famiglia Camorani e di alcuni privati, il Coordinamento ha inviato alla diocesi di Garissa una prima trance di 15.000 euro (la spesa totale sarà di 20.000 euro) per realizzare i servizi igienici della scuola secondaria per sordi, un’aula presso l’asilo parrocchiale e due pozzi a pompa solare.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui