Forlì. Agente preso a pugni da un detenuto finisce all’ospedale

FORLI’. Un’aggressione violenta di un detenuto contro un agente di polizia penitenziaria alla Casa circondariale di Forlì. A denunciarlo è la Fp-Cgil accusando le mancanze sul fronte delle sicurezza per gli agenti. Vittima dell’episodio, avvenuto questa mattina, è un assistente capo coordinatore di Polizia penitenziaria. Secondo quanto riporta il sindacato, l’aggressore avrebbe sferrato una serie di pugni “per futili motivi”, con una “tale aggressività”, da rendere necessario trasportare l’agente nell’ospedale forlivese. “Ancora una volta assistiamo ad azioni a carico del personale di Polizia penitenziaria- denuncia il sindacato- senza che lo Stato, il ministero della Giustizia, abbia ancora messo in atto azioni risolutive che possano arginare questa grave situazione”. Infatti, “l’agente di Polizia penitenziaria è sostanzialmente, durante il proprio turno di lavoro, lasciato solo dallo Stato- prosegue Fp Cgil- senza alcuna tutela in termini di sicurezza della propria incolumità”. Il sindacato infine esprime la massima solidarietà all’agente coinvolto e a tutto il personale della Casa Circondariale di Forlì.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui