Forlì. Addio alla partigiana Ida Valbonesi, tra le promotrici dello sciopero della Ripa ha salvato 10 giovani condannati a morte

“Giornata orribile, ci lasciano, insieme due delle ultime protagoniste della Resistenza forlivese. Sarà nostra cura conservare il loro ricordo…” Così Ludovico Zanetti, presidente Anpi Forlì annuncia il decesso di Ida Valbonesi e Fernanda Missiroli (vedi altro articolo sul sito).

“Ci ha lasciato la partigiana Ida Valbonesi, Idina. Era nata a Forlì il 2 giugno 1924. Già sedicenne rifiutò di prendere la tessera del partito fascista, per iscriversi a un corso alle poste. Fu responsabile dei gruppi difesa delle donne, incarico affidatole dal comitato che vedeva tra i suoi membri Sergio Flamigni. Conobbe Ilario Tabarri, che le propose il ruolo di staffetta del Comando Unico dell’Emilia Romagna. Ida accettò, rischiando più volte la vita. Fu una delle promotrici dello sciopero della Ripa che fecero le donne di Forlì per salvare 10 renitenti alla leva condannati a morte, dopo una prima fucilazione di 5 giovani. Sciopero che ottenne il risultato di salvare la vita ai condannati. Lo ricordava Ida con orgoglio, e un po’ di dispiacere per aver dovuto rinunciare al suo giubbotto che dovette gettare perchè l’avrebbe fatta riconoscere dai fascisti come protagonista dello sciopero. Dopo la guerra sarà consigliera comunale a Forlì, prima di ritornare al suo lavoro di sarta. Semplicemente, senza mai essere, neanche una volta, sopra le righe. Le sia lieve la terra” è il ricordo del comitato provinciale Anpi Fc e sezione Anpi di Forlì.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui