FORLI’. Risolto il giallo. È un 90enne che sparato dalla finestra della sua casa il responsabile dell’inquietante episodi avvenuto venerdì sera in viale Risorgimento, quando una donna ha trovato un proiettile conficcato sul sedile della sua automobile in sosta. L’anziano è stato identificato dai Carabinieri, poco dopo essere stati allertati dalla donna, spaventata da quel finestrino rotto. È stato denunciato per esplosioni pericolose, danneggiamento e omessa custodia delle armi. Avrebbe sparato dalla finestra con una rivoltella calibro 357 Magnum. Per puro caso non ha colpito qualcuno.

I militari intervenuti sul posto oltre ad prendere atto di quanto raccontato dalla donna avevano raccolto alcune testimonianze procedendo poi a individuare la traiettoria dei  colpi esplosi e scoprendo che erano stati sparati da una abitazione adiacente. Sono così risaliti al 90enne. Durante il controllo, sul comodino della sua camera da letto i carabinieri hanno trovato una 357 Magnum con la canna rivolta verso la finestra, caricata con sette cartucce, di cui due esplose. I carabinieri hanno trovato anche due buchi compatibili con i fori dei proiettili sulla zanzariera. Il pensionato ha raccontato ai militari di aver sparato i due colpi per provare la pistola che, a suo dire, era caricata a salve.

Argomenti:

ANZIANO

forli

pistola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *