FORLÌ. Un grande fratello che porta il nome di “Forlì città protetta 2020”: il centro storico sarà blindato da occhi elettronici di ultima generazione. Per la precisione saranno 94 le nuove aree video sorvegliate, di cui una ventina solamente in Piazza Saffi. «Sono un ottimo deterrente e, nonostante non ci siano stati particolari episodi da segnalare da quando ci siamo insediati – precisa subito il vice sindaco, Daniele Mezzacapo -, la piazza è il cuore della città in cui si svolgono le maggiori attività e manifestazioni».

Le aree sorvegliate

La giunta attuale ha, infatti, stanziato 500 mila euro (di cui 200 mila derivanti da fondi non utilizzati nel 2018) per implementare il sistema di video sorveglianza già presente. A regime, ovvero presumibilmente nella primavera 2021, saranno ben 251 le aree sorvegliate dagli occhi elettronici di ultima generazione, dotati di un obiettivo da16 mega pixel e in grado di riprendere con un campo di azione che va dai 90 ai 360 gradi. Alle 157 già esistenti se ne andranno aggiungere altre 94. «Il sistema di videosorveglianza che stiamo andando a implementare – prosegue il vicesindaco – è dotato di un software all’avanguardia che poche altre città in Italia possono vantare e che è in grado di registrare e memorizzare ai fini identificativi non soltanto la fisiognomica di un passante, ma anche l’abbigliamento e la dotazione di accessori colorati.

Tutto questo, messo in rete in tempo reale e a completa disposizione delle nostre forze dell’ordine per le proprie attività di indagine, consentirà di ricostruire in un unico filmato composto da varie sequenze il tracciato fatto dal soggetto che in quel momento si sta controllando. Questo, come accaduto di recente per le due taccheggiatrici di via dei Filergiti, consentirà di arrivare prima all’identificazione. Non solo alcuni di questi occhi elettronici verranno posizionati in particolari punti e potranno essere utili, ad esempio, per ricostruire le dinamiche degli incidenti stradali». Ad essere monitorate saranno le zone ritenute “sensibili” del centro storico e della città: Piazza Saffi, Piazza XC Pacifici, Piazza Guido da Montefeltro (zona San Domenico), Corso Garibaldi, Piazza Duomo, Piazzale del Lavoro e Porta San Pietro, Piazzale Ravaldino, il Parco del Campus, il Parco Urbano F. Agosto, Ponte e Porta Schiavonia, Viale Salinatore all’altezza della rotonda di via Romanello, Viale Vittorio Veneto e l’ Autostazione.

Targasystem

Ma non è tutto, il sistema di video sorveglianza si sta allargando anche sul fronte dell’installazione dei cosìddetti “targa system”. Nello stesso periodo di queste attrezzature ne saranno installate 76. «In particolare il sistema di rilevazione delle targhe verrà collocato in entrata e in uscita lungo gli svincoli della tangenziale – ricorda Mezzacapo – e messo a disposizione delle forze dell’ordine».
«Sistemi di questa portata in Italia è difficile incontrarne, il nostro forse è uno dei più consistenti – conclude il tecnico del Comune, Francesco Mascaro -. È stato fatto un lavoro di ascolto distribuendo in maniera capillare i nuovi dispositivi. Entro giugno verranno installati già 15 targasystem, mentre tra le zone in cui verranno collocate le telecamere di videosorveglianza di ultima generazione ci sono Piazza Saffi, zona San Domenico e Piazzetta XC Pacifici non prima di aver avuto il nulla osta della Soprintendenza. Nella primavera 2021 sarà tutto a regime».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *