Fondi neri dalle gite scolastiche: assolti due fratelli di Cesena

Falsa fatturazione ed appropriazione indebita. Per questi due reati sono stati assolti nell’aula del giudice Marco De Leva due fratelli cesenati molto noti negli ambienti dei viaggi di istruzione scolatici. Si tratta di Gianmaria e Daniele Benelli: per tanti anni specializzati nei viaggi (soprattutto in Inghilterra) delle scolaresche superiori con quella che si chiamava agenzia di viaggi Lord Byron. L’avventura commerciale di questa agenzia è finita tanti anni fa. Dalle sue ceneri nacque un’altra azienda, la Kronos Srl, che trattava il medesimo tipo di pacchetti viaggio il cui amministratore è un altro cesenate: Sergio Cardinali. Siamo nel 2013. Proprio da Cardinali ad un certo punto viene sporta una denuncia alla Guardia di Finanza. Vi si dice che i fratelli Benelli (difesi dall’avvocato Alessandro Sintucci) in realtà non avrebbero mai lasciato l’ambiente dell’organizzazione viaggi studenteschi. Ma che continuavano a gestire i maniera “occulta” anche la nuova agenzia nata dalle ceneri della Lord Byron. Cardinali spiega che dal nuovo ente sarebbe stato estromesso dopo una proposta non andata a buon fine di acquisto quote. E che i due fratelli emettevano fatture fasulle. In buona sostanza tramite la denuncia la Finanza ipotizza che i viaggi sarebbero stati fatturati pagando degli eccessi di migliaia di euro. E che molti insegnanti presenti alle gite come accompagnatori degli studenti poi si sarebbero prestati per riportare in Italia dall’estero l’eccesso pagato in contanti, creando dei fondi neri che venivano teniti dentro ad una cassetta di sicurezza bancaria. In aula (pm Francesco Buzzi), è emerso come esistesse in effetti una cassetta di sicurezza in banca ma come la stessa fosse vuota. E tantissimi insegnanti sono stati chiamati a testimoniare come mai nessuno di loro fosse stato coinvolto in alcun giro di denaro in rientro dall’estero. Il giudice ha dunque assolto i fratelli Benelli dal doppio capo d’imputazione. Mentre la difesa degli stessi ora sta valutando l’opportunità di querelare per calunnia Cardinali.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui