A Rimini il flash mob di Ferragosto contro la plastica in mare

#BastaPlasticaInMare. Il grido si alzerà anche da Rimini, domani a mezzogiorno, grazie al flash mob organizzato dall’associazione “Basta plastica in mare” al bagno 26 dei cugini Gabriele e Fabrizio Pagliarani.

«Una testimonianza corale di chi ama e gode dell’habitat di mari e spiagge e intende dar loro voce – spiega l’associazione –. Un invito ai bagnanti ad unirsi contro il flagello del secolo, la plastica in mare». Chi si troverà a passare dalle parti del Tiki vedrà «una lunga fila di persone di ogni età e provenienza geografica in riva al mare – anticipano gli organizzatori del flash mob –. Con un salvagente, una pinna o un gioco di figli e nipoti da sventolare in alto verso il cielo, al grido propiziatorio – invito alla collettività intera, decisori compresi – di #BastaPlasticaInMare».

Perché al Bagno 26? È presto detto: «Il primo a voler aderire alla testimonianza contro la plastica in mare è stato Gabriele, il famoso “bagnino d’Italia” che già da un paio di anni con il suo socio Fabrizio ha scelto di bandire la plastica da ogni servizio di spiaggia di ristorazione – aggiunge l’associazione –. La novità che hanno ora in cantiere è quella di sostituire le abusate bottigliette di plastica. E per la prossima stagione arriveranno le borracce con il nostro logo. L’esperimento partirà proprio dal bagnino più amato dagli italiani, presso il quale i clienti potranno riempire la personale borraccia a costo simbolico con l’acqua refrigerata e microfiltrata dai distributori».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui