Fiera di Forlì, la Finanza indaga su compravendita immobili della società

Fiera di Forlì, la Finanza indaga su compravendita immobili della società

FORLI’. La Guardia di finanza sta acquisendo “tutti gli atti sulla cessione degli immobili da parte della Fiera di Forlì”. Lo rivela l’assessore al Bilancio, Vittorio Cicognani, rispondendo questo pomeriggio in Consiglio comunale a un question time di Valentina Ancarani del Partito democratico sul futuro della società. La problematica è “sul tavolo da anni”, replica annunciando appunto che le Fiamme gialle hanno preso in mano tutti gli atti di cessione dell’immobile da parte della fiera.

“Qualcosa dovremo guardare anche noi nell’accordo” sottoscritto, rimarca. Si poteva fare un “ragionamento diverso sulla cessione per risolvere il problema economico-finanziario”. Sul fronte di quanto concordato dalla precedente giunta, entra nel merito, gli accordi con le Fiere di Parma e di Rimini “non risolvono il problema”, perché “non soddisfano i bisogni economici della fiera”.

L’amministrazione ha cosi’ deciso di chiedere un incontro con i soci di riferimento, che si terrà giovedi’ mattina in Camera di commercio, per capire “se da Parma e Rimini possono arrivare altre motivazioni e ragionamenti per trovare una soluzione totale. Senza escludere – rimarca- il coinvolgimento degli operatori del settore della zona, tra i piu’ grandi in Europa”. La volontà è anche quella di preservare le risorse umane e da questo punto di vista, aggiunge il sindaco Gian Luca Zattini, “l’accordo con Parma prevede il licenziamento dei cinque dipendenti, e preoccupa”. Per cui “andrei cauto sul definirlo come propedeutico al salvataggio dei posti di lavoro”.

L’assessore Cicognani ribadisce anche la volontà di “mantenere il patrimonio della Fiera avicola in città”, e sottolinea che “gli “scenari sono aperti, siamo disponibili a parlare con le due Fiere e ad altre soluzioni”. Il tema sono le tempistiche, contro replica Ancarani, “il rischio di perdere la Fiera avicola e’ molto alto” se si attende fino a settembre. Daniele Vergini del Movimento 5 Stelle aggiunge che se “c’e’ un’indagine in corso, forse ha influito il nostro esposto su un’operazione di facciata di compravendita degli immobili della Fiera”, che ha favorito un istituto di credito.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *