Col Festival di Star Wars Ravenna diventa “intergalattica”

Col Festival di Star Wars Ravenna diventa "intergalattica"
Due stormtrooper, i guardiani dell'Impero di Star Wars, davanti al Comune di Ravenna

RAVENNA. Oggi c’erano “solo” due soldati dell’Impero a “presidiare” l’entrata del Comune di Ravenna e a “spalleggiare” assessori e relatori durante la presentazione di “Ravenna strikes back”, ma a fine novembre la città sarà “invasa” dai personaggi di Star Wars. Dopo l’impero romano di Occidente e quello d’Oriente, infatti, in città sbarca quello intergalattico: il 30 novembre esordisce il festival dedicato agli appassionati della saga. Le artificerie Almagià si trasformeranno in un avamposto dell’Impero dove i fan di tutta Italia potranno dividersi tra incontri con attori, repliche di navi spaziali, combattimenti con spade laser e addirittura cibo ‘spaziale’. L’evento, il cui titolo richiama ‘Empire strikes back’ (L’Impero colpisce ancora), il quinto capitolo della saga, è organizzato dal fan club ravennate EmpiRa in occasione del suo decimo anno di vita, con il finanziamento dell’amministrazione comunale. Ad aiutarli ci saranno 501st Italica Garrison e Rebel legion, i due gruppi di costuming Star Wars riconosciuti dalla casa di produzione dell’ideatore George Lucas.

“Volevamo fare qualcosa di diverso rispetto a quello che c’è nel territorio, lo scopo principale è portare il pubblico dentro l’atmosfera magica che ha reso così seguito Star Wars”, spiega Roby Rani, presidente di EmpiRa che in occasione della presentazione in Comune è accompagnato appunto da due ‘stormtrooper’, i soldati dell’esercito imperiale. C’è soddisfazione anche da parte dell’amministrazione: l’evento, infatti, vuole sfruttare l’occasione per inserirsi sulla scia di quanto fatto dal Lucca Comics anni addietro. “Il club di Ravenna è riconosciuto come uno dei più attivi del paese”, commenta Giacomo Costantini, assessore ravennate a Turismo e coordinamento eventi. E “in occasione dell’uscita dell’ultimo episodio della saga a dicembre, Ravenna sarà l’unica città italiana a proporre un vero e proprio festival dedicato ai fan, una due giorni in cui realtà e immaginazione si incontrano”, aggiunge. “Ravenna strikes back”, che prenderà il via la mattina del 30 novembre e si concluderà il pomeriggio successivo, conta numerose iniziative, tutte gratuite. Una volta entrati negli spazi delle Artificerie Almagià i visitatori si immergeranno nel mondo di Star Wars con scenografie, riproduzioni di navicelle spaziali e cosplay dei personaggi più famosi. I partecipanti potranno scegliere di seguire uno dei tanti incontri in programma, prendere parte a un’attrazione interattiva o semplicemente passeggiare tra gli stand. Ospite d’onore sarà Tim Rose, interprete dell’ammiraglio Ackbar che durante un’intervista racconterà la sua esperienza sul set e l’evoluzione del suo personaggio. Ci saranno anche Benedetta Degli Innocenti, David Chevalier e Gabriele Sabatini: i doppiatori italiani di Rey, Kylo Ren e Poe Dameron nella sequel trilogy che si chiuderà a dicembre con l’ultimo episodio. Non poteva mancare anche un po’ di scienza: ecco allora l’appuntamento con Adrian Fartade, divulgatore scientifico e youtuber che proverà a ricostruire la vita della galassia di Star Wars e dei suoi pianeti.

Infine, spazio dedicato ai Lego, con ricostruzioni di navicelle e battaglie di mattoncini, per celebrare i vent’anni dall’uscita del primo set Lego Star Wars. A tema pure il cibo nei food point dove rifocillarsi e rilassarsi: alcuni ristoranti di Ravenna, infatti, prepareranno piatti a tema ‘spaziale’, dalla piadina luna ai passatelli intergalattici. “L’evento è stato finanziato dal Comune e siamo contenti che ci sia stata una grande sinergia tra tutti i vari attori cittadini per realizzare questo evento, ognuno apportando il suo contributo”, ribadisce l’assessore Costantini. E se il bilancio dovesse essere positivo, ci sarà un seguito, promette Rani, per cui “l’idea è portarlo avanti”, per trasformare Ravenna nella capitale italiana per i fans di Star Wars.

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *