Festival prog di Roma ricorda il faentino Eddie Ponti

Alla mostra sui 50 anni dal Festival Prog di Villa Pamphili a Roma viene ricordato il faentino Eddie Ponti, conduttore e organizzatore del festival e figura di spicco del rock, beat, Prog dell’epoca a livello nazionale anche come giornalista e speaker radiofonico. Nato nel 1929 e scomparso nel 1992 aveva lavorato in Rai, nelle Tv Locali, giornalista musicale e speaker radiofonico su Radio Montecarlo, Conduttore ufficiale del prestigioso Piper di Roma, Presentatore e organizzatore di grandi festival prog, rock e beat come i festival a Roma, Palermo e Viareggio, tra i tanti, talent scout e animatore dei complessi a Faenza, come Le Meteore. Eddie Ponti ha lasciato una grande traccia nella nuova musica italiana degli anni 1960/1970 e per questo è stato celebrato a Roma e ricordato in un convegno nel quale e ‘ intervenuto Giordano Sangiorgi, patron del MEI, che ha portato l’ultima intervista realizzata da Eddie Ponti nel 1990 proprio a Giordano Sangiorgi per il libro Fenza e’ Rock realizzato con Carlo Lucarelli e Angelo Farina.

Il MEI quest’anno ricorderà con un convegno la figura di Eddie Ponti con i faentini Paolo Giovannini de Le Meteore, di cui fun un promoter, e Lanfranco Lega di Hi Fi Music Center, Giordano Sangiorgi e i i giornalisti rock Renato Marengo e Maurizio Baiata che hanno collaborato con lui negli anni sessanta e settanta nella scoperta delle nuove prog band italiane e romane. Una figura faentina di spicco e di grande valore  quella di Eddie Ponti, messa ai margini per quella “diversità” che 50/60 anni fa ci si permetteva di emarginare, che si vedrà intitolato da quest’anno anche il premio per il vincitore di Faenza Rock.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui