Festival del Buon vivere, i nuovi nomi

Festival del Buon vivere, “Femminile plurale”. Dal 9 al 19 settembre Forlì accoglierà filosofi, giornalisti, intellettuali, artisti e musicisti per un’edizione del festival tutta declinata al femminile, volta a disegnare una costellazione di pensieri, azioni e prospettive adottando il punto di vista della donna. Tanti i nomi che hanno già confermato la propria presenza festival del Buon vivere. Dopo Vandana Shiva, attivista politica e ambientalista indiana che si è battuta per cambiare le pratiche e i paradigmi nell’agricoltura e nell’alimentazione mondiale, e l’economista Carlo Cottarelli, spuntano i nomi di musiciste quali Frida Bollani Magoni, pianista, figlia di Stefano Bollani e Petra Magoni. Tra le filosofe, Ilaria Gaspari, autrice di “Vita segreta delle emozioni”, edita da Einaudi, e Maura Gancitano, scrittrice, filosofa e fondatrice di Tlon, scuola di filosofia, che tornerà anche quest’anno, dopo essere già ospite nell’edizione scorsa del festival. Anche la comicità sarà degnamente rappresentata da Claudio Morici, scrittore, attore e comico noto per video virali girati durante il confinamento a causa del lockdown.

Hanno inoltre confermato la propria presenza anche Elisabetta Rasy, autrice de “Le disobbedienti. Storie di donne che hanno cambiato l’arte”, edito da Mondadori 2019, Carlotta Vagnoli, autrice e “sex columnist”, Lara Lago, giornalista e promotrice del “body positivity”, l’attrice Anita Caprioli, e Federica Angeli, giornalista di Repubblica.

Parteciperanno direttamente a Forlì anche Luciano Rezzolla, astrofisico e accademico, Stefano Mei, campione europeo dei 10.000 metri piani a Stoccarda 1986 e presidente della Federazione italiana di atletica leggera, e, a rappresentare il mondo dell’informazione, Saverio Tommasi, web journalist e fondatore di Fanpage.it, Nina Palmieri, giornalista e conduttrice del programma Le Iene, Valentina Furlanetto, giornalista di Radio24, e Diana Cavalcoli, giornalista del Corriere della sera.

Non di meno valore le presenze di Massimiliano Valerii, il direttore generale del Censis, Edith Bruck, scrittrice, poetessa, traduttrice regista e testimone della Shoah ungherese naturalizzata italiana, il designer Riccardo Falcinelli, e Anna Fasano, presidente di Banca etica. Quest’anno il festival del Buon vivere lavorerà in sinergia con il Corriere della Sera in una inedita collaborazione che vede il festival romagnolo in dialogo e in stretto legame con “Il tempo delle donne. Un altro genere di forza” il Festival de La27Ora e Corsera che si svolgerà a Milano dal 13 al 24 settembre.

Tutto il programma del festival del Buon vivere 2021, in continuo aggiornamento, si può trovare online su su terradelbuonvivere.it/Festival.

Il festival del Buon vivere è promosso dalla Fondazione Cassa dei risparmi di Forlì con il patrocinio e in collaborazione con il Comune di Forlì, Cooperhub e con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna, del Campus di Forlì e dell’Ufficio scolastico regionale.

Per partecipare agli eventi in programma, tutti a titolo gratuito, è necessario iscriversi con l’apposito form sul sito del Festival.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui