Festival Corti da Sogni: dal 22 al 24 novembre al cinema Mariani di Ravenna

Il festival Corti da Sogni – Antonio Ricci propone un’inedita versione autunnale per tutti gli amanti del cinema. La 22esima edizione del festival, organizzata in collaborazione con il Comune di Ravenna – assessorato alla Cultura, si svolgerà in tre giornate dal 22 al 24 novembre al cinema Mariani, in via Ponte Marino a Ravenna. Si potrà ammirare il meglio della produzione internazionale e saranno proposti due eventi speciali fortemente legati al territorio.

Le proiezioni (ingresso a 5 euro) prenderanno il via lunedì 22 novembre alle 20,30 con i cortometraggi in concorso e la presentazione in anteprima del cortometraggio “2020: nascita e morte di un virus” di Edo Tagliavini; il festival proseguirà il 23 novembre sempre con proiezioni dalle 20,30, mentre nella giornata conclusiva di mercoledì 24 novembre, il programma prevede il via alle 18 con la proiezione dei corti in concorso e l’evento speciale “Il lato oscuro della luna”, in collaborazione con la libreria Momo. A seguire, dalle 20,30, si svolgerà la serata finale del festival e la premiazione dei vincitori.

La 22esima edizione presenta tre categorie in concorso: Sogni Fiction (riservata ai corti internazionali) e le tradizionali Premio Giuseppe Maestri (opere di animazione) e Made in Italy (destinati ai cortometraggi italiani). I cortometraggi giunti alla fase finale del festival sono 29 provenienti da Iran, Colombia, Canada, Francia, Germania, Russia, Usa, Taiwan, Australia e Italia.

La nutrita schiera di corti italiani mostra che il lockdown e la successiva emergenza non hanno del tutto fermato la produzione cinematografica nazionale, anzi il mondo del cortometraggio continua a esprimere una forte vitalità e nei corti giunti alla fase finale potremo vedere interpretazioni di importanti figure del cinema italiano: da Violante Placido ad Alessandro Haber, ma anche l’emergente Ludovico Tersigni (protagonista delle serie tv “Summertime” e “Skam Italia” e nuovo volto di X-Factor) e l’affermato Alessio Boni.

“Le novità del 2021 non finiscono, dopo l’edizione estiva all’arena del Sole di Lido di Classe, il festival sperimenta una versione autunnale al cinema Mariani di Ravenna, luogo di riferimento per il cinema di qualità in città – commentano gli organizzatori del circolo Sogni –.Ci eravamo salutati lo scorso 26 giugno dopo 8 giorni di cinema sotto le stelle, torniamo ora in una sala cinematografica con un’edizione concentrata in appena tre giorni, suddivisi in tre categorie di concorso: le tradizionali Made in Italy (riservata al cinema italiano) e Premio Giuseppe Maestri (corti d’animazione), a cui si aggiunge Sogni Fiction (riservata al cinema internazionale). Il festival è realizzato in collaborazione con il Comune di Ravenna – assessorato alla Cultura e con la Uicc e con il fondamentale appoggio della società Cinemaincentro, che gestisce il cinema Mariani, e ha reso possibile la realizzazione del festival con una disponibilità e generosità che vogliamo assolutamente sottolineare. Si amplia inoltre il panorama delle realtà con cui il circolo Sogni collabora; la 22esima edizione coinciderà con l’organizzazione di un evento speciale con la libreria per ragazzi Momo. Grazie a un progetto ideato da Sara Panzavolta: un gruppo di giovani lettori si è trasformato in una squadra cinematografica per portare sullo schermo il testo ‘Il lato oscuro della luna’ scritto a quattro mani da Fabio Geda e Marco Magnone (autori di “Berlin”, serie letteraria cult per i giovanissimi)”.

“Anche quest’anno torna il Festival Corti da Sogni e lo fa in una veste rinnovata. Coniugando registri, generi e linguaggi diversi, cortometraggi provenienti da tutto il mondo e produzioni vicinissime al nostro territorio, il Festival nel corso delle sue edizioni ha saputo conquistare l’affetto e la fedeltà di un pubblico sempre più ampio e appassionato. Il Comune di Ravenna – afferma l’assessore alla Cultura Fabio Sbaraglia – è felice di confermarsi al fianco di questa feconda esperienza che quest’anno, approdando alla sua ventiduesima edizione, si conferma come una delle più longeve del nostro panorama culturale”.

Eventi Speciali

“2020: nascita e morte di un virus” di Edo Tagliavini

Il festival Corti da Sogni presenta in anteprima assoluta la nuova opera di Edo Tagliavini che ripercorre i momenti più drammatici della pandemia. L’occhio del regista ravennate si sofferma su una Ravenna deserta e sul bombardamento mediatico che è entrato nelle case di tutti gli italiani.

“Nato da una prima semplice idea di piccolo cortometraggio – commenta il regista Edo Tagliavini -, che voleva approfittare della nostra Ravenna completamente deserta e dell’irreale situazione nella quale il mondo si è trovato, col passar dei mesi e l’accumularsi dei materiali raccolti dai 4 cantoni del pianeta, l’idea originale ha cominciato a trasformarsi in un Frankenstain visivo, mescolando i generi dell’audiovisivo, diventando altro. Così, passando dai social network ai videogiochi, dal cinema alla pittura, dalla video arte ai fumetti, il lavoro è diventando quello che definirei un documentario pop up, che si apre in un castello visivo escheriano mentre racconta l’assurda time line del 2020. Un documentario che, utilizzando i veri notiziari di tutto il mondo (raccolti e cercarti in oltre un anno e 8 mesi di lavoro), reinventa i materiali di “seconda mano” presi in “prestito” da youtube, assemblandoli in qualcosa di altro, di diverso, che accompagna lo spettatore in una folle montagna russa visiva, come folle è stato il 2020″.

“Il lato oscuro della luna”

Tra gli eventi speciali, il festival presenta un progetto, ideato da Sara Panzavolta, con la libreria per ragazzi Momo. Un gruppo di giovani lettori si è trasformato in una squadra cinematografica per portare sullo schermo il testo “Il lato oscuro della luna” scritto a quattro mani da Fabio Geda e Marco Magnone (autori di “Berlin”, serie letteraria cult per i giovanissimi). Il progetto è un ibrido tra cortometraggio e booktrailer e si pone l’obiettivo di avvicinare il linguaggio della letteratura a quello del cinema attraverso lo sguardo degli adolescenti. Le risorse per realizzare l’opera sono state raccolte grazie a un progetto di crowdfunding che ha ottenuto anche un importante riconoscimento internazionale.

Il cortometraggio è interamente girato a Ravenna. La regia è a cura del collettivo torinese Ratavoloira, attori e costumiste sono gli stessi ragazzi e ragazze del gruppo di lettura.

Al termine della proiezione del cortometraggio è previsto un incontro con lo scrittore Fabio Geda che sarà a Ravenna per la proiezione in anteprima del booktrailer.

Collaborazione con Ravenna Teatro

Prima la pandemia, poi i lavori di riqualificazione del Teatro Rasi hanno impedito che le ultime due edizioni del festival si svolgessero nella sede che da diversi anni ospita la manifestazione. Corti da Sogni tornerà al teatro Rasi di via di Roma nella prossima primavera, nel frattempo però prosegue la collaborazione con Ravenna Teatro in virtù della quale tutti coloro che saranno spettatori della 22esima edizione di Corti da Sogni, conservando il tagliando rilasciato dal circolo Sogni avranno diritto a uno sconto sul biglietto dello spettacolo – in programma il 21, 22 e 23 dicembre all’Almagià all’interno di Fèsta 2021 (a cura di e production e Ravenna Teatro)  – Segnale d’allarme – La mia battaglia VR. Film in VR tratto dallo spettacolo teatrale La mia battaglia di Elio Germano e Chiara Lagani, regia Elio Germano e Omar Rashid, con Elio Germano, produzione Gold, Infinito.

LE SEZIONI IN CONCORSO:

SOGNI FICTION (corti internazionali)

La giuria: Franco Calandrini, Gianluca Zonta, Corrado Ravaioli

I corti ni concorso: PSYCHO di Mostafa Davtalab, Iran; C-SECTION di Mehrshad Kheradmandi, Iran; THE SHADOW OF YOUR SMILE di Carlos Ospina, Colombia; ALL ABOUT GIRLS di Myriam Guimond, Canada; CATARINA di Amstutz Roch, Francia; OUT OF JOINT di Wiebke Beker, Germania; AUTUMN di Greta Benkelmann, Germania; 90% di Jerry Hoffmann, Germania; AMONG HUMANS di Caren Wuhrer, Germania; THE BLUE BED di Aireza Kazimipour, Iran; KNITTING CLUB FOR MEN OVER 40 di Egor Gavrillin, Russia

PREMIO GIUSEPPE MAESTRI (Animation)

La giuria: Angelina Maestri, Flavio Fabbri e Camilla Panebarco

I corti in concorso: • DREAM di Majid Sabri, Iran; FREEDOM di Tsao, Yun-Yao, Taiwan;  NONNO MATTEO di Fabio Terica e Juan Pablo Etcheverry, Italia; THE RIBBON di Jonatan Galland, USA; THE SEINE’S TEARS di Yanis Belaid, Eliott Benard, Nicolas Mayeur, Etienne Moulin, Hadrien Pinot, Lisa Vicente, Philippine Singer, Alice Letailleur, Francia ; MIGRANTS di Hugo Caby, Antoine Dupriez, Aubin Kubiak, Lucas Lermytte, Zoé Devise, Francia; MOOOZART di Piero Tonin, Italia ;  PAITING BY NUMBERS di Radheya Jegatheva, Australia

MADE IN ITALY (Italian Fiction)

La giuria: Laura Radaelli, Tiziano Gamberini, Deborah Ugolini

Corti in concorso: UN PIANO PERFETTO di Roberto Achenza, BATACLAN di Emanuele Aldrovandi, TROPICANA di Francesco Romano, IL PESCE TORO di Alberto Palmiero, VEGETARIANI di Marco Mazzone, PALLA DI PELO di Giovanni Roviaro, RUTUNN’ di Fabio Patrassi, REVENGE ROOM di Diego Botta, NIENTE DI GLAMOUR di Giovanni Conte, 27 MARZO 2020 di Alessandro Haber, B 52 di Flavio Nani

IL PROGRAMMA DEL FESTIVAL

Lunedì 22 novembre (dalle 20,30)

Evento speciale: “2020: nascita e morte di un virus”. Il regista Edo Tagliavini sarà presente in sala

The Ribbon di Jonathan Galland

Un piano perfetto di Roberto Archenza

Autumn di Greta Benkelmann

Bataclan di Emanuele Aldrovandi

27-mar-20 di Alessandro Haber

The Seine’s tears di Yanis Belaid, Eliott Benard, Nicolas Mayeur, Etienne Moulin, Hadrien Pinot, Lisa Vicente, Philippine Singer, Alice Letailleur

Catarina di Amstutz Roch

Tropicana di Francesco Romano

The Blue Bed di Aireza Kazimipour

Knitting Club for Men over 40 di Egor Gavrillin

Martedì 23 novembre (dalle 20,30)

90% di Jerry Hoffmann

Mooozart di Piero Tonin

Vegetariani di Marco Mazzone

The shadow of your smi di Carlos Ospina

Niente di glamour Giovanni Conte

Migrants di Hugo Caby, Antoine Dupriez, Aubin Kubiak, Lucas Lermytte, Zoé Devise

Revenge Room di Diego Botta

Among Humans di Caren Wuhrer

Palla di pelo di Giovanni Roviaro

C-section di Mehrshad Kheradmandi

Painting by numbers di Radheya Jegatheva

Il pesce toro di Alberto Palmiero

Freedom di Tsao, Yun-Yao

Out of joint di Wiebke Beker

Mercoledì 24 novembre (dalle 18)

Rutunn’ di Fabio Patrassi

All About Girls

Nonno Matteo di Fabio Terica e Juan Pablo Etcheverry

Evento speciale: “Il lato oscuro della luna”

Dalle 20,45

Corti in concorso:

Dream di Majid Sabri

B-52 di Flavio Nani

Psycho di Mostafa Davtalab

A seguire

Proiezione e premiazione dei cortometraggi vincitori delle sezioni in concorso. Conduce la

La serata di premiazione sarà condotta dal giornalista Alberto Mazzotti

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui