Federcoop Romagna: il cooperatore dell’anno 2022 è Vincenzo Colla

Si è svolta oggi alla Chiesa dei Servi di Casa Artusi di Forlimpopoli, in occasione dell’assemblea di bilancio 2021 di Federcoop Romagna, la cerimonia di consegna del premio di Cooperatore dell’Anno a una personalità che si è distinta per il suo contributo al bene comune. Nel 2022 il riconoscimento è stato assegnato a Vincenzo Colla, assessore regionale alle Attività Produttive, “per la competenza e la visione strategica con cui ha sostenuto le imprese e la coesione sociale delle comunità emiliano-romagnole”. Hanno consegnato il premio al cooperatore Colla, la Caveja e il Gallo, simboli della laboriosità, dell’orgoglio e della storia della Romagna, Mario Mazzotti e Paolo Lucchi – rispettivamente presidente di Legacoop e Federcoop Romagna e amministratore delegato di Federcoop Romagna e le tre coordinatrici provinciali di Legacoop Romagna Elena Zannoni, Federica Protti e Simona Benedetti. Hanno partecipato all’assemblea i sindaci di Forlimpopoli Milena Garavini, di Cesena Enzo Lattuca, di Ravenna Michele de Pascale, di Modigliana Giancarlo Dardi e di Santa Sofia Daniele Valbonesi, inoltre erano presenti anche Juri Magrini assessore alle attività produttive di Rimini, il presidente di Legacoop Emilia-Romagna Giovanni Monti, i consiglieri regionali Lia Montalti, Gianni Bessi e Massimo Bulbi, la direttrice di Legacoop Emilia Romagna Barbara Lepri, la presidente di Casa Artusi Laila Tentoni e il deputato Marco di Maio.

I dati del bilancio di Federcoop Romagna

Positivi i dati del bilancio di Federcoop Romagna: il valore di produzione è di oltre 5,3 milioni di euro, in leggera crescita rispetto l’anno precedente e con una ulteriore e importante previsione di crescita nel 2022 che si proietta verso un 6,9mil, un incremento di circa il 13%. Con le 18 persone assunte nel 2022, il totale del personale è di nel 102 persone suddivise nei vari territori della Romagna: Ravenna 54, Forlì 27, Cesena 10, Rimini 11. La fotografia della popolazione aziendale disegna una stragrande maggioranza femminile (le donne sono il 75% del totale), moltissime le ore di formazione somministrate (2500 ore in un anno), un’età media di 47 anni e quasi tutti (il 95%) assunti a tempo indeterminato.

I dati dell’osservatorio

Sono 2.600 le donne e gli uomini che le Cooperative romagnole intendono assumere da maggio a ottobre del 2022. Di queste 540 persone a Forlì-Cesena: 121 nel settore agroalimentare; 106 in quello costruzioni/infrastrutture; 37 in quello salute; 130 nelle filiere industriali; 11 per mobilità e logistica; 7 moda. Il 48,5% delle richieste è per “espansione dell’attività”, un dato più alto che nelle altre province. Sono invece 1.608 nella provincia di Ravenna, di cui 203 nell’agroalimentare, 311 nella salute, 448 commercio e turismo, 170 logistica e mobilità, 322 nei servizi. Infine, 452 nella provincia Rimini: 53 salute, 51 formazione e cultura, 64 costruzioni e infrastrutture, 271 altri servizi pubblici e privati.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui