Una “farmacia” nell’auto privata, infermiere di Ravenna assolto

RAVENNA. Fermato a un controllo stradale dai carabinieri un anno fa, tutte quelle confezioni di farmaci e materiale medico sui sedili dell’auto avevano sollevato non poche perplessità. E quando il proprietario si è giustificato sostenendo era un dipendente dell’Ausl, agli inquirenti è sembrato legittimo approfondire l’accertamento e verificare che in casa sua non ci fosse una dispensa altrettanto fornita. Quel che hanno trovato è costato la denuncia per peculato a un infermiere ravennate di 59 anni, che ieri dopo avere risarcito il danno all’azienda sanitaria è stato assolto in abbreviato.

I dettagli nel Corriere Romagna in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui