Il fantino col virus dall’ospedale: “Vi prego state a casa”

Il fantino col virus dall'ospedale:

Positivo al coronavirus sta combattendo il covid-19. E dal letto dell’ospedale di Ravenna dove si trova attualmente ricoverato, Cristian Malavolti lancia il suo appello: «State a casa».
Il fantino manfredo, che in città molti appassionati di Palio conoscono bene, avendo vinto la Bigorda d’oro nel 2000, ha scritto la sua testimonianza inviandola al primo cittadino Giovanni Malpezzi che, col suo consenso, l’ha resa pubblica come monito per chi ancora non rispetta le misure adottate dal Governo per contenere la diffusione del contagio.
«Purtroppo la gente non capisce fino in fondo quello che sta succedendo intorno e in mezzo a noi – dice Malavolti –. Ci sono giovani e meno giovani che tutt’ora trasgrediscono alle poche regole imposte per uscire a farsi giri inutili senza pensare che così mettono in rischio l’intero sistema, rischiando di farlo collassare ogni volta. Ci sono persone invece che devono lavorare per forza e per senso di responsabilità per garantire i servizi primari. Io ad esempio in Tim ho lavorato fino allo scorso martedì stando attento a tutto, ma felice di poter mantenere in contatto le persone».
Malavolti ricorda poi «gli angeli del sistema sanitario che per stipendi ridicoli sono lì in prima linea, col sorriso sulla faccia, pronti a farti coraggio e ad assisterti facendo turni massacranti per garantire che tutti possano continuare a vivere. La gente che fino a ieri ha criticato il nostro sistema sanitario dovrebbe chiedere scusa; non ci sono battaglie politiche che tengano, ma solo impulsi individuali che portano persone speciali a fare quello per cui sono votati, aiutare il prossimo, persone che non conoscono e che non vedranno neanche mai più probabilmente. Io sto combattendo la mia battaglia e grazie a loro la sto vincendo».
Poi aggiunge ancora: «Sono ricoverato a Ravenna e positivo al covid-19, le mie condizioni ora sono buone e a giorni tornerò a Faenza a finire la quarantena in via domiciliare. Ma con questo messaggio vorrei esporre la mia preoccupazione verso chi ancora non capisce e ringraziare tutti quelli che lavorano incessantemente affinché passi questa pandemia e per ringraziare anche lei per il lavoro puntuale di informazione che sta facendo mostrando tutta la preoccupazione dovuta. Andrà tutto bene e ce la faremo».
Cristian Malavolti, 38 anni, ha vinto la Bigorda d’oro nel 2000 cavalcando per il rione Verde. Rimasto nell’ambiente del Palio, tra le ultime cariche ricoperte c’è stata quella di responsabile dello stadio per le giostre.
Lavora per Telecom ed era incluso nella task force organizzata dalla società per eseguire gli interventi agli impianti negli ospedali.
Proprio in occasione del suo reclutamento nella squadra in prima linea raccontava dei «numerosi passaggi di protezione da compiere in caso di ingresso in un ospedale: tuta sterile, mascherine, due paia di guanti, pellicola perfino nella cassetta degli attrezzi. Io seguo tutti i protocolli ma sono preoccupato».

Argomenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *