Falsi poliziotti, veri truffatori: allarme a San Marino

Telefonano chiedendo denaro per velocizzare le pratiche di un familiare in impellente difficoltà, qualificandosi come Forze dell’ordine, ma è solo una truffa. A segnalare il ritorno di una pratica che si era diffusa, fra il 2019 e il 2020, sono stati molti cittadini del Titano che hanno riferito lo stesso copione, anche se al momento per fortuna nessuna delle trappole tese si sarebbe concretizzata. La dinamica pare sempre la stessa. Arriva una telefonata, in cui si viene invitati a consegnare denaro in contanti o al limite un bonifico o dei gioielli. All’altro capo dell’apparecchio c’è una persona che si spaccia per autorità di polizia, spiegando che una persona cara alla vittima ha subito un incidente, o addirittura un arresto. I soldi, si prospetta, velocizzerebbero dunque le pratiche per arrivare ad una soluzione o al rilascio immediato su cauzione. Di solito a cadere nel mirino sono le persone anziane. All’inizio la cifra in gioco è molto alta e sono stati pretesi fino a 30mila euro, anche se per ora non si riscontra alcuna denuncia. Vista la situazione, la Centrale operativa interforze lancia subito un monito alla cittadinanza; ed invitano tutti a diffidare ogni qualvolta si ricevano richieste insolite per familiari in difficoltà da presunti agenti ed a chiamare chiamare tempestivamente le vere forze di polizia.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui