Faenza, “Via Lugo pericolosa”: respinte le richieste dei firmatari

Alcuni mesi fa i residenti della zona San Pier Laguna si erano mobilitati con una petizione che aveva raccolto oltre sessanta firme: troppi gli incidenti automobilistici in via Lugo, troppe anche le problematiche connesse in via Convertite e via Prosciutta. La risposta si era fatta attendere ben oltre i quaranta giorni convenzionali, ma nelle settimane scorse è giunta e ora alcuni dei firmatari l’hanno trasmessa anche alla stampa. In particolare, a preoccupare i residenti è proprio l’incrocio della strada provinciale 29 di via Lugo con le vie Convertite e Prosciutta.

In merito arriva la doccia fredda della Provincia, trasmessa dal settore Lavori Pubblici dell’Unione della Romagna Faentina, che afferma di «non avere in programmazione la realizzazione di interventi strutturali per il tratto stradale relativo all’incrocio, in quanto i volumi di traffico delle strade comunali rispetto alla provinciale non giustificano la realizzazione di rotatorie. Sarà cura della Provincia – si legge nel documento – eseguire manutenzione della segnaletica verticale e orizzontale al fine di garantire la sicurezza delle intersezioni».

Tre no alla petizione

Peccato che nell’area il problema non sia l’assenza o la scarsa qualità della segnaletica, quanto piuttosto la frequente elusione della stessa da parte degli automobilisti. La Provincia boccia inoltre la proposta di collocare un semaforo dissuasore di velocità come proposto anche dal consigliere comunale della Lega Alvise Albonetti, che in precedenza aveva presentato un’interrogazione sul tema in consiglio comunale. «Tali impianti – si sostiene – non hanno ricevuto l’omologazione da parte del Ministero dei Trasporti e pertanto non possono essere installati».

Niente da fare nemmeno per la terza richiesta avanzata dai firmatari della petizione. «Il parcheggio in banchina lungo le strade provinciali fuori dai centri abitati – è stato risposto – non è consentito dalle normative in vigore».

Insomma, la petizione lanciata nello scorso marzo pare non aver sortito gli effetti desiderati, tuttavia la Provincia ha comunicato che nel 2023 partiranno «i lavori per la realizzazione della rotatotaria a raso da eseguirsi all’incrocio fra via Emilia ponente e via Lugo».

Non si sa invece quando partiranno gli interventi di asfaltatura di via Convertite e via Cantrigo, strade di competenza comunale. «Sono inseriti nel piano pluriennale» si precisa, ma «la realizzazione sarà subordinata al finanziamento delle somme necessarie». In merito a quest’ultima opzione, lo stesso consigliere Albonetti si domandava «se sia stata valutata la possibilità di realizzare corsie di innesto in via Lugo».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui