Faenza, un giglio per Ilenia Fabbri sulla scultura di piazza Rampi

Il Centro antiviolenza Sos Donna e l’Unione Faentina hanno celebrato ieri un’iniziativa in memoria di Ilenia Fabbri. È stato posto in piazza Rampi un terzo fiore, un giglio selvatico, sulla scultura in ricordo delle vittime di femminicidio nella Romagna Faentina. L’opera, collocata presso la sede dell’Anagrafe, rappresenta un mazzo con due gigli, un fiore per ogni donna vittima di femminicidio del territorio, i cui nomi di battesimo sono stati incisi sullo stelo del fiore. L’installazione bronzea è stata realizzata con il contributo dell’Udi.

«Il giglio selvatico che aggiungiamo a questa opera in memoria di Ilenia Fabbri – spiega l’assessora Milena Barzaglia – ci deve aiutare a ricordare che dobbiamo, con coraggio e determinazione, andare avanti su questo percorso contro la violenza di genere»,
Il giglio selvatico è stato realizzato dal mastro fabbro Alvaro Ricci Lucchi e decorato dalla mosaicista Barbara Liverani.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui