Faenza, trovato in coma sotto casa della ex

Lo hanno trovato a terra, incosciente, ai piedi di un albero nei pressi del palazzo nel quale abitava la sua ex fidanzata. Ora è in coma, all’ospedale “Bufalini” di Cesena. Che cosa sia accaduto mercoledì sera a un ragazzo di 23 anni di origini albanesi, è oggetto delle indagini da parte dei carabinieri del Norm di Faenza, intervenuti intorno alle 22.30 in un quartiere del comune manfredo.

Le indagini

Le lesioni che ha riportato sono gravissime, compatibili con una caduta dall’alto, forse dallo stesso albero sotto il quale è stato soccorso. Si parla di un importante trauma cranico, tale da avergli fatto perdere i sensi. Ecco dunque che la prima fra le possibili dinamiche formulate dagli inquirenti – che hanno informato il pm di turno Stefano Stargiotti – ipotizza che il ragazzo si sia arrampicato sull’albero per poter vedere all’interno l’appartamento della ex. Forse per controllarla, oppure in una singolare strategia per mettersi in contatto con lei senza passare per il “tradizionale” campanello.

Il sospetto delle percosse

Eppure non sono le uniche ferite riportate dal giovane. Il referto medico parla infatti di una dinamica incerta, annotando anche il sospetto che il giovane sia stato picchiato, alla luce di lesioni riconducibili a presunte percosse. Quando il 118 è giunto sul posto per soccorrerlo, le sue condizioni sono parse fin da subito gravi, al punto da optare per il trasporto d’urgenza al “Trauma center”, dove il paziente è giunto già in coma, con un’emorragia alla testa e in condizioni definite critiche.

Lo scontro in ospedale

Proprio ieri mattina, al nosocomio cesenate si sono presentati i parenti del ragazzo e la fidanzata. Data l’apprensione, è dovuto intervenire anche il personale del posto di polizia per calmare gli animi; perché le iniziali insistenze per accedere a tutti i costi in massa nel reparto di Anestesia e rianimazione non potevano essere accontentate, date le procedure legate alle norme anti-Covid e l’instabilità del 23enne ricoverato. Non bastasse, all’ingresso dell’ospedale è scoppiata una discussione tra i familiari del giovane e la ragazza con la quale aveva una relazione.

In questa cornice si inseriscono le indagini dei carabinieri, volte a capire che cosa sia accaduto la scorsa notte ai piedi di quell’albero.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui