Faenza, trova un assegno a casa di un parente e cerca di incassarlo

FAENZA. Quando si dice “parenti serpenti”. Ha trovato in casa di un familiare un vecchio carnet di assegni bancari e dopo essersene appropriata ha tentato di versarlo sul proprio conto corrente. Episodio costato a una 70enne la denuncia da parte dei carabinieri della Compagnia di Faenza per furto. La particolare vicenda si è svolta tra le mura domestiche di due parenti. La donna, che frequentava abitualmente la casa, si era infatti imbattuta in un assegno. Probabilmente incalzata da qualche impellenza economica l’anziana se ne è appropriata inserendo il proprio nome nella riga dedicata al beneficiario. L’assegno, peraltro di un importo di poco conto, inferiore ai 200 euro, è finito così in banca per essere versato sul conto corrente della donna. Dopo qualche giorno però l’intestatario ha ricevuto una comunicazione da parte della banca dati creditizia Crif che lo avvisava dell’avvenuto tentativo di accedere a un conto corrente ormai estinto da tempo. Capita la situazione l’uomo si è rivolto ai militari che sono riusciti a ricostruire la vicenda. È poi stata la stessa donna che, trovandosi alle strette, ha ammesso le proprie responsabilità.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui