Faenza, torna il Mei dal 30 settembre al 2 ottobre

Mancano più di tre mesi al Mei 2022, in calendario dal 30 settembre al 2 ottobre, ma il programma è già molto avanti, seppure altri tasselli si aggiungeranno strada facendo. Quest’anno si celebrano i 25 anni dalla nascita e il festival della musica indipendente vuole dare un segno di salute tangibile, confermando fin da ora contenuti ed eventi degni della sua fama.

Sono di ieri le prime anticipazioni della kermesse illustrate dal patron Giordano Sangiorgi, in compagnia del sindaco Massimo Isola, del produttore Marco Melluso e del regista Diego Schiavo di Mar Gras, a cui è stata affidata la realizzazione di un docufilm che racconterà la storia de “I primi 25 anni del Mei”: una produzione di 70 minuti che sarà pronta probabilmente solo nella primavera del 2023, con distribuzione nelle sale cinematografiche e prima assoluta a Faenza.

In evidenza al momento sono soprattutto i premi già assegnati, gli ospiti già definiti e una serie di omaggi a protagonisti scomparsi della musica italiana con tanto di concerti tributo.

La targa Mei del Pimi – Premio al miglior artista indipendente italiano, vinto in passato anche da Di Martino e Colapesce – andrà a C’Mon Tigre. Il premio Exitwell al miglior artista dell’anno sarà di Ditonellapiaga, la cantautrice già vista a Sanremo insieme a Rettore. La targa speciale Mei per i 25 anni vedrà premiato Valerio Lundini «indipendente sprezzante e atipico che si esibirà con la band I Barzanicchi», ha rivelato Sangiorgi. A ritirare il premio alla carriera sarà Luca Madonia, amico di Franco Battiato a cui renderà omaggio nel presentare il suo nuovo progetto discografico in uscita a fine ottobre. Il premio per l’hip hop se l’è aggiudicato Doro Gjant, «un talento rap». Infine il Premio alla carriera artistica Regione Emilia Romagna vedrà sul palco i Rio, la band fondata nel 2001 da Marco Ligabue, di cui però il cantante non fa più parte.

Oltre ai premiati sarà ospite anche Filippo Graziani, figlio di Ivan, a cui renderà omaggio a 25 anni dalla scomparsa. Altri omaggi saranno a Lucio Dalla (10 anni senza di lui) con Ernesto Assante e Roberta Giallo; a Pier Paolo Pasolini (100 anni dalla nascita) con Pierpaolo Capovilla, Paki Zennaro, Grazia De Marchi e Enrico De Angelis: «Pasolini – ha ricordato Sangiorgi – è autore di almeno una quindicina di canzoni». L’omaggio a Luigi Tenco richiamerà Ferdinando Molteni con Elena Buttiero.

Il Mei vedrà coinvolto tutto il centro storico faentino con tre giorni di concerti, forum, fiere e mostre in piazze, palazzi, teatri e palchi in strada. Da segnalare la mostra Crepax a 33 giri dedicata al noto fumettista autore di Valentina, al quale sono da attribuire oltre 150 copertine di dischi.

Il sindaco Massimo Isola ha colto i contenuti «culturali, sociali, turistici ed economici della manifestazione: una galassia e un mix di persone, associazioni, musicisti, band che danno profondità all’evento e aprono a riflessioni sul nostro tempo e sul futuro».

www.meiweb.it

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui