Faenza si candida a snodo strategico per i trasporti su rotaia

Sarà presentata questa sera in consiglio comunale dal gruppo di maggioranza Faenza Coraggiosa la mozione “Faenza centro ferroviario della Romagna Nord”: il documento, elaborato dal presidente di Coraggiosa Antonio Bandini insieme ai membri del consiglio direttivo Francesco Pitrelli e Marco Bandini e ai consiglieri Ilaria Visani e Iuri Montecchian, intende portare al centro della discussione il ruolo fondamentale dello snodo manfredo nei trasporti su rotaia del territorio romagnolo, complice l’imponente opera di riqualificazione della stazione che prenderà il via nel 2022.

Già nei mesi scorsi il dibattito era stato quanto mai acceso, con la proposta di Confindustria Romagna di creare una nuova stazione ferroviaria dell’alta velocità al centro della Romagna. Un’ipotesi, questa, che relegava Faenza ai margini: a farlo notare, da segretario provinciale del Partito Socialista, fu lo stesso Pitrelli, promotore poche settimane fa di una raccolta firme per il potenziamento delle linee ferroviarie del territorio.

«Consideriamo il treno come uno dei primi elementi su cui si fonda la mobilità sostenibile – afferma Antonio Bandini – e in questo senso Faenza risulta essere uno snodo strategico nel trasporto ferroviario. Anche con questa consapevolezza va letta l’opportunità della riqualificazione della stazione: con questa mozione chiediamo alla giunta e al consiglio di non limitarsi solo al progetto che sta per partire, ma di avviare un confronto strutturale con RFI e di coinvolgere la Regione in maniera ancora più serrata».



Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui