Faenza, sfreccia contromano in centro sull’auto rubata e minaccia di uccidersi

Gli agenti delle volanti del commissariato di Faenza hanno arrestato un ragazzo di origini brasiliane per resistenza a pubblico ufficiale a termine di un inseguimento avvenuto la scorsa sera per le strade di Faenza. Sorpreso a guidare contromano in via delle Ceramiche su una Alfa Romeo rubata, non si è fermato all’alt, affondando il piede sull’acceleratore. Così Federico Trianese, senza fissa dimora e già noto alle forze dell’ordine, ha imboccato le vie della città a tutta velocità, senza curarsi di sensi unici né della presenza di altri pedoni lungo le strade del centro. Una volta bloccato e sceso dal veicolo, ha fatto di tutto per evitare le manette. Ha anche minacciato di uccidersi per evitare che gli agenti si avvicinassero a lui. Il ragazzo era già noto alle forze dell’ordine per via di un divieto di ritorno nel comune di Roma, oltre ad altri precedenti specifici. Al termine della direttissima, il giudice Federica Lipovscek ha disposto nei suoi confronti il divieto di dimora. Il suo legale, l’avvocato Massimo Ricci Maccarini ha chiesto termini a difesa.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui