Faenza, scarti nei cassonetti: denunciato titolare di una ditta di Forlì

Nell’ambito di un’operazione di contrasto al fenomeno dell’abbandono illegale dei rifiuti, al termine di una indagine condotta dal personale di Pg del Comando della Polizia locale dell’Unione della Romagna faentina, il 79enne titolare di un’azienda di termoidraulica di Forlì, è stato denunciato per la violazione della normativa in materia. L’operazione è nata dopo alcune segnalazioni arrivate al Comando di via Baliatico da parte dai residenti del Borgo di Faenza che lamentavano il continuo andirivieni di piccoli furgoni, verosimilmente di ditte artigiane che da fuori provincia usavano arrivare sul territorio manfredo per gettare ingenti quantità di rifiuti riempendo i cassonetti di via Boschi, area residenziale tra via Fornarina e via Reda, e in quelli delle strade adiacenti. Dopo un sopralluogo i vigili hanno effettivamente costatato quanto quei cassonetti venissero riempiti con materiale plastico, tubi e altro materiale speciale proveniente da lavorazioni per il montaggio di pannelli di isolamento termico. Sulla scorta delle segnalazioni gli agenti del Comando di via Baliatico hanno effettuato servizi mirati cogliendo sul fatto gli occupanti di un furgone intenti a scaricare materiale, risalendo alla ditta forlivese.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui