Faenza Rock, dal 4 novembre al via la 35ma edizione

Il Meeting delle etichette indipendenti è notoriamente “figlio” di una madre che compie 35 anni: “Faenza rock”. Il 4 novembre parte la nuova edizione della storica manifestazione punto di riferimento e di grandissimo rilievo per oramai due generazioni di faentini e appuntamento con la musica del territorio imprescindibile.

Giordano Sangiorgi, patron del Mei e organizzatore della manifestazione, ne ha presentato ieri il programma che parte domani, 4 novembre al Piccadilly Caffè di via Cavour: in tale occasione si esibiranno ben sei giovani talenti emergenti, e uno fuori gara: in apertura il giovanissimo dj Pietro Carapia che presenterà un suo elaborato sound originale e personale, fuori gara, mentre seguirà per la sfida tra il trio formato da Casco, Pit Berry e Jibez; poi seguirà la cantante Jennifer Turri accompagnata dalla sua band Blue Whale Record, seguita da Gloriadaicapellibiondi e i Jam Republic e poi dagli S-Pop gruppo proveniente dalla Scuola Sarti di Faenza. Ospiti saranno gli Mst, verea rivelazione del territorio, rivelazione della scena musicale underground 2021, che fonde testi beat Trap e Hip-Hop a una strumentale Nu metal-rap, dando vita ad un sound unico nel suo genere. Uno stile nato dalla ricerca di qualcosa di nuovo durata due anni, visto che i componenti della band sono soliti rinchiudersi in “cantina” lavorando h24, smussando gli angoli, per trovare la fusione giusta tra i vari generi. Risultato: un’esplosione di energia rock raccontata attraverso un linguaggio musicale totalmente nuovo. Un progetto che ha subito catturato l’attenzione degli addetti ai lavori. In molti guardano con grande interesse al cammino del trio bolognese formato da Francesco Bonaccorso (Banner), Luigi Falcone (Biggie) e Edoardo Federico Marabini (Mars).

Si prosegue il 2 dicembre con un altro pugno di artisi giovani emergenti. Apriranno come guest l’Artitation Big Band, la più grande big band giovanile faentina proveniente dalla scuola Artistation e le Emnisurela, formate ad Anna e Angela De Leo, pioniere del neo folk romagnolo rinato quest’estate tra gli under 25, due ensemble che hanno spospolato il primo a livello locale e il secondo a livello regionale creando grande vitalità musicale a Faenza. Si esibiranno poi in gara il cantautore Il Curto, i 100 Morning, Jacopo Guerra & la sua Band e i Cardboard Shapes.

Ospite il cantautore Martino Chieffo, sulle orme del padre. Si potrebbe condensare in queste poche parole la nuova esperienza intrapresa da Martino Chieffo, figlio di Claudio. Un album tutto di Martino è in distribuzione da qualche settimana registrato al Crinale di Antonio Gramentieri.

Alla finalissima del 16 diucembre saranno ospiti gli Horseloverfat e Milena Mingotti che vince il Premio Nuovo Imaie dopo avere vinto il Premio Bruno Lauzi e il Premio Onda Rosa Indipendente. Gli Horseloverfat stanno esplodendo nel circuito indie italiano. Dopo l’uscita del nuovo album “Greetings from nowhere” arrivano le prime date live e il video della title track. Negli scorsi giorni il sestetto ha anche pubblicato su Youtube un nuovo video, quello del brano che dà il titolo all’album stesso.

Ma prima, in novembre, saranno tre gli appuntamenti jazz curati da Matteo Zaccherini: il 19 con la seconda Jam Session Jazz Indie Night; il 25 novembre e il 27 novembre con il concerto live del sassofonista Simone La Madia.

Info: www.meiweb.it

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui