Faenza, rioni pronti a sfidarsi per la Bigorda d’oro

Dopo due anni di assenza forzata i cavalieri dei rioni si sfideranno nuovamente stasera “a singolar tenzone”. Si contenderanno la preziosa Bigorda d’oro, la lancia in ceramica in premio al rione che meglio si saprà destreggiare nell’emozionante giostra manfreda.
«Che le leggi dell’onore e della cavalleria guidino sul bersaglio la mano dello jovine cavaliere più degno»: questa la frase finale del bando che sarà letto in piazza del Popolo, alle 19, quando gli schieramenti dei cinque rioni partiranno in corteo alla volta dello stadio Bruno Ner. Il vincitore sarà poi portato in trionfo per le vie della città, una sfilata di rientro sempre ricca di fascino.

La giostra della 24ª edizione inizierà alle 21: venti tornate regolamentari in cinque serie da quattro se non vi saranno spareggi come accadde nel 2019, l’ultima edizione vinta dal Giallo dopo due serie supplementari di contese prima a 4 poi a 3 sfidanti. Un caso rarissimo verificatosi solo altre due volte nella storia del Palio.
A sfidare tutti gli altri, galoppando sulla pista di sinistra, inizierà l’ultimo classificato nel precedente confronto, il rione Verde. Nei pronostici il Giallo è favorito, ma solo perché è il detentore e vorrà difendere il titolo, la gara infatti si annuncia equilibrata e alla fine decideranno precisione, tenuta e buona sorte.
Questi i cinque cavalieri in campo. Per il Giallo scenderà nella bolgia Gertian “Gege” Cela di origini albanesi che ancora ieri era indeciso sulla scelta del cavallo: Ramona Danzing o All our Dream. Il Nero ha scelto Daniele Maretti, su Tabata Tide o Vega Durgalesa. Per Borgo Durbecco impugnerà la lancia Enrico Gnagnarella al suo debutto su Pincesse De Rio. Per il Rosso darà battaglia Daniele Leri da Tarquinia che probabilmente sarà in sella a Brenda Maisa. Per il Verde si apriranno gli stalli a Stefano Venturelli da Castel Bolognese, al suo esordio, che tra i cavalli disponibili ha in Green Commander forse il più affidabile.

Il palmares della sfida vede in testa il rionen Giallo con ben sette vittorie, comprese le ultime due, seguito dal rione Rosso con sei (l’ultima nel 2017), dal rione Nero e dal Borgo ex aequo con quattro, ai quali manca la vittoria a rispettivamente dal 2016 e dal 2006, il Verde con due che è il rione da più lungo tempo a digiuno, dal 2005.
Il cavaliere più vittorioso è stato Daniele Beoni del Giallo con tre titoli (20011 ,2012, 2013). Cinque invece i messeri con due Bigorde : Valentino Medori (R 2014, 2015), Manuel Timoncini (G 2018, 2019), Daniele Ravagli (N 2008, 2009), Mourad El Bakori (B 2004,2006), Matteo Renzi (R 2001, 2003). Con un trofeo a testa ci sono i cavalieri Matteo Gianelli (R 2017), Matteo Tabanelli (N 2016), Gioele Bartolucci (R 2010), Roberto Venturelli (N 2007), Marco Diafaldi (V 2005), Daniele Maretti (N 2001), Cristian Malavolti (V 2000), Aldo Michinelli (N 1999), Andrea Gorini (B 1998), Fabio Massimo (B 1997).

La biglietteria dello stadio sarà aperta oggi dalle 10 alle 12 e nel pomeriggio a partire dalle 17. La giostra sarà trasmessa in diretta streaming sui canali ufficiali del Palio (YouTube, FB e www.paliodifaenza.it) a partire dalle ore 21, e sul canale Fb di FaenzaWebTv. Lunedì una sintesi della gara sarà trasmessa sul canale 14 di TeleRomagna alle ore 21.30.

Per consentire il passaggio del corteo sarà vietata la circolazione e la sosta in corso Mazzini, parte di via Oberdan, piazzale Pancrazi e parte di via Medaglie d’Oro. Sospensioni limitate al momento del passaggio dei cortei sono previste nei tragitti dai rioni a piazza del Popolo.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui