Faenza, raccolta di fondi per realizzare aule all’aperto

Sarà attiva per tre settimane la campagna di raccolta fondi “For us: un cortile per l’Europa” lanciata sulla piattaforma Ideaginger.it da alcuni studenti della scuola secondaria di primo grado. L’idea, nata già nello scorso anno scolastico e concretizzatasi in questi mesi, è quella di rendere funzionali alla didattica alcuni degli spazi esterni dell’istituto: l’obiettivo principale è realizzare due aule all’aperto nello spazio verde del cortile collocandovi 4 tavoli da giardino con panche per ciascuna, in modo da consentire contemporaneamente a due sezioni di svolgere fuori le lezioni. Il costo delle panche per due aule ammonta a 6mila euro: la prima metà di fondi è già stata donata, mentre resta da raccogliere la somma mancante, circa 1500 euro, per la seconda aula.

Oltre alla collocazione di tavoli e panche per la didattica, il progetto lanciato dagli studenti prevede anche la realizzazione di un orto sostenibile (costo 500 euro), un’isola ecologica (550 euro), un serbatoio per la raccolta di acqua piovana (200 euro), un armadio da esterni per riporre gli attrezzi dedicati alla cura dell’orto (1500 euro) e una decorazione a pavimento con vernici raffigurante la rosa dei venti e una scacchiera.

«Una scuola del centro potrebbe apparire lontana da questa tipologia educativa – commenta la docente Mariangela Melandri – ma in realtà anche noi ci stiamo lavorando molto. L’intento è prendere l’abitudine a passare più tempo all’aria aperta: anche se un ambiente nuovo può risultare destabilizzante, in realtà esso apporta ricchezza relazionale e benessere psicofisico».
L’iniziativa è anch’essa frutto di una collaborazione stretta fra studenti e professori: il progetto è infatti nato dalla fantasia di alcuni studenti del secondo anno, che oggi frequentano il terzo, coinvolti nel gruppo della Consulta dei Ragazzi. I rispettivi docenti hanno poi aiutato i loro allievi nell’elaborazione finale: nello scorso anno scolastico alcuni avevano anche iniziato a curare piante aromatiche in vaso, realizzando poi un piccolo erbolario con le schede botaniche delle specie interessate.

«I ragazzi si sono messi in giorco in prima persona – commenta ancora Melandri – e i docenti li hanno seguiti facendosi promotori dell’iniziativa. L’orto e le lezioni all’aperto possono stimolare approfondimenti in diverse materie come ad esempio tecnologia, scienze, matematica».
Al momento sono 99 i donatori che hanno lasciato un’offerta sulla piattaforma Ideaginger.it, per un totale di 4.250 euro raccolti: in base all’importo che si desidera versare, gli aderenti alla campagna riceveranno premi che vanno da una cartolina virtuale a una visita itinerante nel cortile.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui